Cento giorni di segreteria regionale, il bilancio di Michele Fina

Presentate quattro nuove iniziative, a Pescara, che il Pd abruzzese terra’ nei prossimi giorni sul territorio regionale. Il 4 novembre, a Nereto (Teramo), dove qualche settimana fa una giovane madre e’ stata assassinata dal suo compagno, si terra’ una manifestazione alla presenza di Valeria Valente, presidente della commissione parlamentare d’inchiesta sul Femminicidio. Il 5 novembre sara’ in Abruzzo Maurizio Martina, che partecipera’ all’assemblea regionale del partito, per parlare di riforma del Pd e del suo statuto. L’11 novembre sara’ la volta dell’incontro intitolato “La lezione di Francesco”, al quale parteciperanno lo storico Alberto Melloni e il sottosegretario Roberto Morassut, soffermandosi sul rapporto tra la lezione del cristianesimo e l’attivita’ politica. Il 23 novembre, infine, il ministro per il Sud, Giuseppe Provenzano, compira’ un tour in quattro tappe nella regione, per affrontare i temi legati allo sviluppo del territorio nel rapporto tra Roma e l’Abruzzo, e in relazione alla trasversalita’ Barcellona-Civitavecchia-Ortona-Ploce.

“La nostra idea e’ quella di cambiare tutto, ma non di cambiare tutti. Occorre finirla con la logica della resa dei conti, una strada gia’ percorsa e che ci ha portati a sbattere”. Cosi’ il segretario del Pd Abruzzo, Michele Fina, nel corso di un incontro sui primi cento giorni dall’inizio del suo mandato, rispondendo a una domanda sulle eventuali contraddizioni tra una linea politica di cambiamento e il permanere di una classe dirigente sostanzialmente immutata. “Personalizzare troppo e’ un limite – ha proseguito Fina – ed e’ sbagliata l’idea che tagliando le teste si creino novita’ e un cambio di politica. Occorre dare piu’ spazio a una nuova classe dirigente – ha osservato il segretario regionale del Pd – ma e’ importante anche il contributo di coloro che hanno esperienza, i quali oggi hanno anzi il dovere di esserci e di dare una mano ai nuovi dirigenti e alla nuova linea politica, della quale si devono fare interpreti”

“Osserviamo con grande attenzione quanto sta accadendo, non derubrichiamo e stiamo valutando, anche sul piano politico, vicenda per vicenda e notizia per notizia”. Lo ha detto il segretario regionale del Pd in Abruzzo, Michele Fina rispondendo a una domanda sulle ultime inchieste giudiziarie che, in particolare a Pescara, vedono coinvolti esponenti del Pd. “La questione degli approfondimenti giudiziari e’ cosi’ delicata che va riservata a una valutazione attenta e approfondita – ha aggiunto Fina – Noi abbiamo rimesso le regole al centro, esiste il diritto di una comunita’ ad avere rappresentanti che agiscano nel rispetto delle leggi, ma esiste anche il rispetto delle garanzie”

“Il fatto che cresca la Lega ci fa alzare la guardia, perche’ si continua a chiedere, anche a questo governo, di andare avanti con un progetto di autonomia che si traduce in una secessione dei ricchi e che ammazzerebbe definitivamente il Sud e l’Abruzzo”, ha aggiunto Fina.

Di Redazione Notizie D'Abruzzo

Controllate anche

Audizione del Garante per l’Infanzia dell’Abruzzo in Commissione Parlamentare

Si è tenuta nei giorni scorsi l’audizione della Garante dell’Infanzia e dell’Adolescenza della Regione Abruzzo …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *