Chieti, accordo Febbo – Di Stefano in vista del ballottaggio

Accordo politico tra Fabrizio Di Stefano e Mauro Febbo in vista del ballottaggio contro l’esponente del centrosinistra Diego Ferrara. Lo ha fatto sapere Mauro Febbo, assessore della Regione Abruzzo.  “L’apparentamento tecnico sarebbe stato ingiusto nei confronti di quelle persone che hanno lavorato sin dal primo momento in coalizione. È un gesto di coerenza verso la citta’: non abbiamo lavorato sulle poltrone, ma sul rafforzamento del sindaco, che sara’ Fabrizio Di Stefano e che avra’ una maggioranza piu’ larga per lavorare in serenita’”. Ufficializzato cosi’ l’appoggio della lista Forza Chieti, il progetto civico a sostegno di Di Iorio con cui ha corso al primo turno separandosi dalla coalizione di centrodestra e autosospendendosi da Forza Italia. Febbo, a tal proposito, ha ricordato “il risultato importante” ottenuto con il progetto civico “che non ha pero’ raggiunto l’obiettivo”, ha sottolineato. “Ma alla citta’ bisogna dare un sindaco e la scelta per me non poteva che essere questa. C’era solo da ragionare con Fabrizio su quali erano gli elementi da mettere insieme per guidare al meglio la città”.

Il confronto ha portato alla condivisione di un programma sintetizzato in 15 punti, 11 dei quali, ha sottolineato Di Stefano, “gia’ presenti nel nostro programma”. E’ stato quindi Febbo ad elencarli sottolineando in particolare l’intenzione di centrare l’obiettivo della realizzazione della funicolare che deve collegare Chieti Scalo al centro storico di Chieti, opera per la quale la Regione ha stanziato 13 milioni di euro, e la volonta’ di realizzare due parcheggi, uno davanti al Tribunale e l’altro nei pressi della stazione ferroviaria. Il primo, ha specificato, necessario dato che nel 2023 con la soppressione dei piccoli tribunali, “cui sono da sempre contrario in quanto depauperamento della giustizia”, ha tenuto a precisare, quello di Chieti diventera’ Tribunale unico portando ogni giorno nelle sue aule almeno 600-700 persone; il secondo in piazzale Marconi perche’ e’ li’ che sara’ realizzato il distretto sanitario. Tra i punti elencati anche quello della diminuzione dei canoni di locazione per gli universitari perche’ la loro presenza in citta’, ne e’ convinto Febbo, permettera’ di dare una spinta anche alla ripresa economica; gli investimenti sulla sanita’; la valorizzazione di Chieti Scalo dove vivono 30mila teatini (20mila quelli che vivono nel centro storico) e l’eliminazione della Tosap per chi apre una nuova attivita’ nella parte alta della citta’ e la riduzione del 50% per chi gia’ ne ha una. “Ci sono stima e impegno reciproco – ha concluso Febbo rivolgendosi a Di Stefano -, per il bene della citta’. Sono sicuro che i miei concittadini lo capiranno e a Chieti stravinceremo alla grande”.

Di Redazione Notizie D'Abruzzo

Controllate anche

Posti letto, Verì: ad oggi la situazione e’ sotto controllo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *