Chieti, bilancio approvato ma esplode lo scontro Di Primio – Forza Italia

Con 11 voti a favore e 10 contrari, assente l’intero gruppo di Forza Italia che non ha partecipato alla seduta, ma nella maggioranza di centrodestra si sono registrate anche anche altre defezioni, il Consiglio comunale di Chieti dopo oltre cinque ore di discussione ha approvato il bilancio di previsione e il Dup, il documento unico di programmazione. Il sindaco Umberto Di Primio, che ha annunciato l’uscita da Forza Italia, manterra’ in piedi fino al prossimo 7 luglio, quando scadranno i termini che le rendono efficaci, le dimissioni rassegnate nei giorni scorsi dopo l’estenuante braccio di ferro con il gruppo consiliare di Forza Italia.

”Il dato politico dice che io non ho piu’ una maggioranza come uscita dalle urne, ma grazie al senso di responsabilita’ straordinario di chi e’ stato seduto in Consiglio comunale senza farmi ricatti fino all’ultimo momento – ha detto Di Primio – e soprattutto grazie a coloro che non avevano l’obbligo di stare in aula che sono quelli della minoranza che ci hanno consentito di andare avanti, oggi Chieti ha un bilancio che ha 40 milioni di lavori, che ci consente di dire che da settembre partiranno i servizi di scuolabus come gli asili, ha un bilancio che ci consente di fare lavori e manutenzioni per la citta’ che ad oggi sono mancate”.

“Il risultato di questo consiglio comunale ha due valori, uno opposto all’altro – ha aggiunto Di Primio: la fine di un centro destra cosi’ come era stato immaginato alle urne nel 2015, e poi c’e’ il discorso positivissimo di un bilancio che da’ la possibilita’ a Chieti di avere milioni di investimenti, servizi che ripartiranno e un parere positivo che nessuno avrebbe potuto sperare visto che il primo bilancio del 2015 aveva tutt’altro segno”. Quanto al rapporto con Forza Italia, Di Primo ha annunciato una lettera a Berlusconi per annunciare l’uscita dal partito: “Credo che a questo punto non debba piu’ essere io ad avere rapporti con i singoli – ha sottolineato il primo cittadino a proposito dei rapporti a livello locale – si e’ oggi mostrata una maggioranza diversa, si dovra’ decidere cosa fare. Non ho idea in questo momento di quali possano ancora essere i rapporti con Forza Italia, certo posso affermare che quella lettera che avevo preparato da tempo la spediro’ oggi a Berlusconi perche’ Forza Italia non e’ piu’ il mio partito”. 

Lo scontro con Forza Italia

Il gruppo di Forza Italia al Comune di Chieti, formato da cinque consiglieri che oggi non hanno partecipato alla seduta consiliare dedicata all’approvazione dei bilancio di previsione dell’ente, ha annunciato che d’ora in avanti, “considerato che il sindaco Di Primio ha avuto da sempre una preclusione verso il partito maggiore che ha determinato la sua riconferma, manterra’ un rapporto puramente istituzionale che sara’ soddisfatto solo in aula e nelle commissioni”. Quanto alla decisione di non partecipare al Consiglio, Forza Italia ha comunicato di aver scelto di non entrare in aula “in quanto il sindaco, dopo l’ennesima richiesta d’incontro, tra l’altro per intercessione dei partiti di centro destra, per impegnarsi a sostenere le nostre legittime richieste che ritenevamo e riteniamo avrebbero dato indirizzi di efficienza ed economicita’ al bilancio appena approvato, ha puntualmente snobbato senza volersi prendere un impegno preciso. E nonostante tutto nulla e’ stato fatto per ostacolare l’approvazione del bilancio, in quanto, considerato che il bilancio e’ passato con il voto del sindaco stesso – prosegue la nota – saremmo stati determinanti se fossimo entrati e avessimo votato contro, ma siccome siamo e saremo nel centro destra sempre, insieme a parte dell’Udc che ha sostenuto le nostre proposte, ribadiamo il concetto che quegli indirizzi proposti erano necessari e li sosterremo ancora e valuteremo se potranno avere la stessa efficacia attraverso mozioni e ordini del giorno”.

Il gruppo di Forza Italia si dice rammaricato e prende atto “della completa chiusura da parte del sindaco che – si legge ancora nella nota – non ci ha permesso di dare un nostro fattivo contributo sul bilancio, ma ribadiamo la nostra appartenenza politica nel centro destra”.

Di Redazione Notizie D'Abruzzo

Controllate anche

Scuola dell’infanzia, 19 milioni per il Piano triennale

Via libera della Giunta regionale al Piano triennale di istruzione e educazione per i bambini …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *