Di Sabatino: la velocità di risposta delle Istituzioni è importantissima

 “La gente vuole vivere in luoghi sicuri ed e’ evidente che la velocita’ delle risposte delle istituzioni e’ importantissima”. Lo afferma il presidente della Provincia di Teramo, Renzo Di Sabatino, all’indomani della manifestazione che ha portato a Roma duemila persone dall’Abruzzo. “Noi abbiamo chiesto misure – spiega – che tengano conto del fatto che in Abruzzo il terremoto, il maltempo e l’ingiustificata e prolungata interruzione di energia elettrica e comunicazioni telefoniche hanno creato una situazione di sconcerto, depressione e insicurezza al di la’ dei danni strutturali. Abbiamo chiesto una copertura finanziaria anche per il danno indiretto”.

 “I costi dell’emergenza maltempo e del ripristino lavori dovrebbero essere contenuti nell’ordinanza del capo del Dipartimento della Protezione civile, in corso di pubblicazione. Riguardo al sisma abbiamo chiesto l’allargamento del cratere, cioe’ che siano inseriti 7 comuni che, pur nell’identica situazione di altri, non si capisce bene perche’ siano esclusi”. Di Sabatino e’ soddisfatto dell’incontro perche’ “convinto che si terra’ conto delle nostre istanze”. La Provincia e’ gia’ al lavoro per trasformare in emendamenti le proposte del documento votato dall’Assemblea dei Sindaci. Si lavora su 4 principi: estendere i provvedimenti legati al sisma alla calamita’ naturale e al dissesto idrogeologico; allargare il perimetro del cratere; prevedere benefici fiscali ed economici per attivita’ produttive e cittadini; rimborso dei corposi tagli a Comuni e Province che da soli consentirebbero di recuperare risorse importanti. “Se non avremo risposte – conclude il presidente – ovviamente continueremo a manifestare”. 

Di Redazione Notizie D'Abruzzo

Controllate anche

Fina (Pd): il centrodestra arretra anche in Abruzzo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *