Elezioni, Bellachioma (Lega) chiede le dimissioni del segretario regionale D’Eramo

“Ritengo necessario e oltremodo legittimo chiedere le dimissioni del segretario regionale della Lega Luigi D’Eramo, con relativo azzeramento di tutte le cariche regionali e provinciali, nonche’ della segreteria politica del partito e di ogni ulteriore vertice decisionale che ha contribuito a questa disfatta”. A parlare e’ Giuseppe Bellachioma, tra i fondatori del partito in Abruzzo, che si dice “addolorato per la perdita enorme di consensi in una regione governata con ben sette consiglieri (ne erano dieci originariamente), quattro assessori e presidenti di commissioni in quota Lega”.

La Lega in Abruzzo ha raccolto l’8,28% di preferenze al Senato e l’8,05% alla Camera, perdendo cosi’ circa cinque punti percentuali rispetto alle Politiche del 2018, quando invece aveva ottenuto il 14,01% dei consensi al Senato e il 13,87% alla Camera. “Alla luce dei risultati della Lega Abruzzo ottenuti in occasioni delle recenti elezioni politiche nonche’ della mancata rielezione del segretario regionale Luigi D’Eramo – spiega in una nota – mi corre l’obbligo, in qualita’ di fondatore del partito, di richiamare tutti ad un atteggiamento di coerenza e di responsabilità”.

Secondo Bellachioma la “Lega Abruzzo va riconsegnata ai bravi amministratori locali, ai sindaci, agli assessori e ai consiglieri, ma ancor di piu’ va restituita ai militanti che hanno messo cuore e passione (e spesso anche denaro proprio) per dimostrare spirito di appartenenza ad un partito che non ha piu’ un’anima, dilaniato da litigi, fuoriuscite, abbandoni e con una gestione discutibile anche per quanto riguarda le nomine ed incarichi regionali e decisioni politiche incomprensibili e scellerate”.

Di Redazione Notizie D'Abruzzo

Controllate anche

Pescara, consegnati i lavori del Circolo Canottieri

Iniziato formalmente il percorso che porterà al recupero e al restauro dell’immobile del Circolo Canottieri …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *