Elezioni Provincia di Pescara, D’Ascanio: con lista Democratici e civici proposta di governo dell’Ente credibile e adeguata

“Le elezioni provinciali del 18 dicembre 2021 sono diventate un mero espediente tattico per faide interne alla destra e per posizionamenti partitici di formazioni indefinibili. La destra è, in realtà, interessata unicamente ai rimpasti in atto nei Comuni di Pescara e di Montesilvano, apparendo strenuamente impegnata nella spartizione di futuri posti di potere, senza uno straccio di idea sui temi di competenza dell’Ente Provincia”. Lo afferma Alessandro D’Ascanio, candidato alla presidenza con la lista “Democratici e civici per la Provincia di Pescara”.

“Non una parola sulle scelte discutibili dell’amministrazione Zaffiri, rispetto alla quale si pone in inevitabile continuità né, tanto meno, sulla mortificazione dei piccoli Comuni e delle aree interne stante la scelta di candidare un esponente di una città dell’area urbana in una fase storica nella quale, posto il processo di nascita della Nuova Pescara, si presenta necessario un riequilibrio a tutela delle altre aree del territorio  provinciale.  Il Polo sedicente civico (costruito da professionisti della politica per antonomasia) vuole al solito lucrare su una rendita di posizione ambigua e arrogante”, prosegue D’Ascanio.

“La Lista “Democratici e civici per la Provincia di Pescara” ha posto sul campo, con la candidatura di Alessandro  D’Ascanio, una proposta di governo dell’Ente credibile e adeguata, prefigurando un rilancio della Provincia  in funzione di coordinamento  e di assistenza  dei Comuni, quale “Casa istituzionale ” dei territori capace di coinvolgere le comunità nella programmazione di investimenti in materia di viabilità, edilizia  scolastica, transizione digitale, attrazione e implementazione  progettuale di risorse finanziarie, stimolo e attivazione di iniziative  dal basso anche oltre le competenze amministrative dell’Ente in una fase di ridisegno complessivo della Provincia. Una lista costruita per le elezioni provinciali, per mettere a disposizione dell’Ente un contributo di esperienza amministrativa accumulata in anni di governo dei Comuni, per ricostituire un rapporto di confronto con i cittadini su temi di importanza capitale nella vita quotidiana”, affermano i rappresentanti della lista “Democratici e civici per la Provincia di Pescara”.

Di Redazione Notizie D'Abruzzo

Controllate anche

Teramo, 550mila euro per il Polo scolastico a Piano D’Accio

La Giunta comunale di Teramo ha approvato il progetto definitivo-esecutivo di rifunzionalizzazione e manutenzione straordinaria …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.