Elezioni regionali, Schlein in Abruzzo: con D’Amico coalizione credibile

“In Abruzzo abbiamo costruito una coalizione che mette insieme tutte le forze alternative alla destra, e lo fa attorno alla candidatura credibile, solida e riconosciuta dalla gente di Luciano D’Amico, ex rettore dell’università di Teramo. E’ la dimostrazione che si può fare se ci mettiamo d’accordo su quali sono le priorità per la comunità regionale, e in Abruzzo non si tratta soltanto della questione della sanità: Salvini ha tagliato dei progetti infrastrutturali importanti come quelli che riguardano la mobilità ferroviaria tra Pescara e Roma, allo stesso tempo abbiamo da costruire nuove opportunità di lavoro, una vera politica industriale per rilanciare il territorio e permettere ai giovani di costruirsi qui un proprio futuro”. Lo ha dichiarato la segretaria del Pd Ely Schlein in merito alle elezioni regionali che si svolgeranno in Abruzzo.

“Oggi incontreremo aziende agricole a Celano, saremo poi a Tagliacozzo e ad Avezzano a incontrare persone, a Sante Marie per scoprire come si può valorizzare il turismo delle aree interne, e qui ad Aielli si è dimostrato – con i murales, la bellezza, la cultura e l’arte – come si possono rilanciare i nostri borghi. Da qui parte un messaggio di speranza, di ridare fiducia ad una politica che si occupa di dare risposte concrete. Noi la viviamo così. Certo, la destra è divisa – lo sappiamo bene – e sono forse più bravi delle opposizioni a nascondere le proprie divisioni ma quando si tratta di potere – che è l’unica questione che veramente gli interessa – le divisioni emergono di nuovo, e quindi stanno litigando anche sulle candidature”, chiude la segretaria.

Di Redazione Notizie D'Abruzzo

Controllate anche

Commissioni Bilancio, Territorio e Sanità, in apertura della settimana del Consiglio regionale

La settimana politica all’Emiciclo si apre con la seduta congiunta delle Commissioni Bilancio, Territorio e …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *