Fissata la ripartizione tra le Asl dei fondi straordinari per il personale sanitario

La giunta regionale, su proposta dell’assessore Nicoletta Veri’, ha ripartito cosi’, tra le Asl regionali, le risorse disponibili gia’ stanziate sulla base della popolazione residente in ciascuna di esse al 1/o gennaio 2019 per un totale di 500 mila euro per il compenso straordinario da attribuire agli operatori sanitari per l’emergenza Covid: Asl Avezzano Sulmona L’Aquila 113.996,48, Asl Lanciano Vasto Chieti 146.993,70, Asl Pescara 121.574,36, Asl Teramo 117.435,46. La Regione Abruzzo e le Organizzazioni Sindacali regionali di categoria, nel luglio scorso, avevano sottoscritto un accordo per il riconoscimento dell’eccezionale attivita’ svolta dagli operatori del Servizio Sanitario Regionale dell’Abruzzo nella gestione dell’emergenza epidemiologica determinata dal diffondersi del COVID-19. Nell’ambito di questo accordo era stata condivisa l’esigenza di riconoscere un compenso temporaneo e straordinario finalizzato a remunerare il disagio, il rischio biologico e l’eccezionale sforzo cui sono sottoposti gli operatori del Servizio sanitario regionale nella gestione dell’emergenza coronavirus, in relazione alla loro esposizione al rischio di contagio della malattia. La giunta regionale ha preso inoltre atto degli esiti della valutazione per la formazione dell’elenco regionale degli idonei a ricoprire la carica di direttore amministrativo.

Di Redazione Notizie D'Abruzzo

Controllate anche

TUA, in arrivo nuovi minibus green per Pescara

Si arricchisce la flotta dei mezzi della Tua, l’azienda di trasporti della Regione Abruzzo, al …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *