Italexit Abruzzo, presentato il nuovo coordinamento regionale

I coordinatori di Italexit Abruzzo si sono riuniti sotto la direzione del commissario regionale, dott. Massimo Pietrangeli, per definire l’organizzazione e delineare le prospettive in attesa dei futuri impegni, anche quelli elettorali. Di seguito si è tenuta al Gran Caffè Vittoria di Chieti una conferenza stampa, aperta anche ai simpatizzanti, per illustrare il nuovo coordinamento regionale del partito di Gianluigi Paragone.

Pietrangeli ha illustrato gli obiettivi a breve e medio termine individuati nella riunione chietina. In primo luogo la ristrutturazione, già in corso, del partito su scala nazionale e di conseguenza anche sui territori. Da qui l’idea di formalizzare i quattro coordinamenti provinciali: Chieti, L’Aquila, Pescara e Teramo.

I membri del coordinamento regionale formano una squadra di tutto rispetto, dove spiccano imprenditori e professionisti. Per Chieti il coordinatore è Andrea Di Ciano, per l’Aquila Carlo Congiu, per Pescara Eliseo Bernabei e per Teramo Piero Fioretti. Il coordinatore per l’area metropolitana pescarese (Pescara, Montesilvano e Spoltore) è Marius CreatiLorenzo Valloreja è il responsabile per la zona Vestina, mentre Francesco Terra è titolare dell’Area legale e per i rapporti con enti e istituzioni. A capo della segreteria organizzativa regionale è Mirella Di Carlo, addetto stampa è Francesco Blasi. Il commissario regionale ha annunciato ulteriori nomine da individuare tra gli iscritti che si sono dichiarati disponibili a ricoprire incarichi. Numerosi sono comunque gli iscritti che hanno manifestato la volontà di restare semplici sostenitori del partito. «Vecchi e nuovi tesserati – ha sottolineato Pietrangeli – rappresentano la forza di un partito in pieno rinnovamento anche in Abruzzo».

Di Redazione Notizie D'Abruzzo

Controllate anche

Consiglio comunale di Montesilvano, tutti gli eletti

Questa la composizione del Consiglio comunale di Montesilvano scaturita dall’elezione al primo turno del sindaco …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *