Pescara, al via i lavori per l’abbattimento dello svincolo dell’asse attrezzato alla Pineta

Partiranno nel giro di pochi mesi i lavori volti all’abbattimento dello svincolo a trombetta della circonvallazione, a Pescara sud. Il progetto definitivo e’ stato illustrato, questa mattina, nel corso di una conferenza stampa. Hanno partecipato, tra gli altri, il presidente del Consiglio regionale, Lorenzo Sospiri, il sindaco del capoluogo adriatico, Carlo Masci, e l’assessore comunale ai Lavori Pubblici, Luigi Albore Mascia. L’amministrazione comunale e’ stazione appaltante, mentre il consorzio Pangea Scarl si occupera’ dei lavori. Gli interventi apporteranno non solo un notevole beneficio ambientale ma, soprattutto, consentiranno di realizzare il programma di accorpamento dei comparti 4 e 5 della Pineta dannunziana, grazie alla contestuale costruzione del nuovo tracciato di via Pantini e all’eliminazione dell’attuale percorso di via della Bonifica che attraversa l’area verde. Si tratta di un’operazione complessiva di quasi 7 milioni di euro, di cui 5,3 di lavori, che consentira’ anche di definire un nuovo e piu’ funzionale assetto urbanistico dell’intero distretto. La riqualificazione di Via Scarfoglio iniziera’ a breve, mentre l’abbattimento vero e proprio del viadotto tra settembre e ottobre, il completamento dell’intervento entro un anno. Saranno inoltre piantati 300 nuovi alberi. L’abbattimento dello svincolo a trombetta e’ il primo lotto del programma complessivo da 15 milioni di fondi Anas, realizzato tramite la Regione, che comprende anche il collegamento e prolungamento dell’Asse Attrezzato su via Andrea Doria, al Porto Sud, e la ridefinizione urbanistica e della viabilita’ all’intersezione tra Via Benedetto Croce e Viale Amerigo Vespucci. “Oggi – ha detto il presidente del Consiglio regionale, Lorenzo Sospiri – bisogna essere felici e orgogliosi per aver conseguito questo obiettivo. Ricordo bene quando queste risorse, che oggi invece finalmente investiamo, rischiavano di andare perse. Il sindaco Masci si era insediato da poco e in quel momento siamo riusciti a far capire ad Anas e al ministero la bonta’ e la necessita’ di dotare questa parte di Pescara di una nuova fisionomia, piu’ consona alle prospettive della nostra realta’ sia in senso ambientale che viario. E’ un ecomostro che va giu’ e dobbiamo quindi essere tutti soddisfatti. E tutto cio’ accade dopo ben 30 anni di attese inutili”. “Elimineremo – ha spiegato il sindaco – un chilometro e cento metri di viadotto corrispondenti a 2100 tonnellate di calcestruzzo, per intenderci quanto ne serve per costruire 120 appartamenti, quindi e’ come se abbattessimo un altro ‘Ferro di cavallo’. Sara’ quindi creato un nuovo percorso viario di uscita dall’Asse Attrezzato, accorpando la Pineta, con il recupero di circa 20mila metri quadrati di area verde, piantando 300 alberi e realizzando un sistema di videosorveglianza per il controllo del territorio”.

Di Redazione Notizie D'Abruzzo

Controllate anche

Valorizzazione dei negozi storici, via libera del Consiglio dei ministri alla legge della Regione Abruzzo

Il Consiglio dei Ministri, su proposta del Ministro per gli Affari regionali e le Autonomie, a …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *