Pescara, progettazione del primo lotto per la riqualificazione delle aree di risulta

Il Comune di Pescara rilancia sulla riqualificazione dell’area di risulta dell’ex stazione ferroviaria individuando un nuovo percorso per restituire alla comunità un polo di valore determinante per il futuro della città. In questo senso il primo lotto di interventi, di natura finanziaria esclusivamente pubblica,  è stato presentato questa mattina a Palazzo di città dal sindaco Carlo Masci, presenti il presidente del Consiglio comunale Marcello Antonelli, gli assessori pressoché al gran completo e una rappresentanza del Consiglio comunale. La struttura tecnica del Settore Mobilità, Edilizia Scolastica e Verde ha infatti redatto un progetto di fattibilità tecnica ed economica da 12 milioni e 800mila euro (al netto di oneri per la sicurezza e fiscali) denominato “Parco Centrale” che prevede: realizzazione della bonifica delle aree (vecchio sedime FFSS), fresatura e scarifica (2.800.000 euro);  realizzazione della viabilità, superficie carrabile dell’asse viario, superficie carrabile della stazione autobus urbani e superficie carrabile dei parcheggi a raso e dei piazzali  (1.914.000 euro);  realizzazione di un primo silos per mille posti auto in una struttura sul lato nord nel pressi dell’Hotel G (8.100.000 euro); e, come su esposto, il medesimo progetto di fattibilità prevede soprattutto la “realizzazione del Parco Urbano” con l’intervento finanziario della Fondazione Pescarabruzzo per 4 milioni di euro. Il futuro cuore verde della città seguirà un iter progettuale della durata di 6 mesi da oggi e coinvolgerà un’area di cantiere di circa 28.500 metri quadrati. Quest’ultimo progetto, oltre al Parco urbano propriamente detto, consta anche di una struttura geodetica e di padiglioni di servizio al parco stesso.

Il primo lotto dunque introduce una spesa progettuale complessiva di 15.9 milioni di euro (12 milioni + 3,9 milioni) a valere sulle risorse finanziarie destinate alla Regione Abruzzo nell’ambito della programmazione del Masterplan, distribuita  nel bilancio di previsione pluriennale 2022-2024 e nel collegato piano triennale dei Lavori Pubblici del Comune di Pescara.

Di Redazione Notizie D'Abruzzo

Controllate anche

Chieti, accordo da aggiornare per l’ex Bucciante

Sarebbe da aggiornare l’Accordo di programma, sottoscritto il 30 marzo 2015, per la rifunzionalizzazione della …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.