Pezzopane: stabilizzazioni a partire dal 2022 per i lavoratori della ricostruzione

“In questo Decreto agosto abbiamo ottenuto un grande risultato. A cominciare dalle proroghe e dalla stabilizzazione del personale operante nella ricostruzione post terremoti del 2009 e del 2016. Il governo ha accolto molte mie proposte, espresse gia’ dal Pd e dalla maggioranza nella discussione sul Decreto rilancio, e le ha inserite direttamente nel testo del governo approvato dal Cdm. Si tratta di un esito eccezionale e davvero non scontato, frutto di un lavoro di costante e propositivo pressing. Mi ero tenuta sempre in rapporto con le lavoratrici e lavoratori e con la Cgil e abbiamo fatto diversi incontri per seguire tutti i passaggi. La fiducia che hanno avuto e’ stata ripagata da un bel risultato: la proroga dei contratti fino a dicembre 2021 e le stabilizzazioni a partire dal 2022 per i lavoratori della ricostruzione a tempo determinato”. Cosi’ Stefania Pezzopane del Pd. “Finalmente – aggiunge la deputata del Pd – si affronta il problema con lungimiranza. I lavoratori coinvolti sono circa 80 tra Usra, Usrc e comune dell’Aquila ed erano quelli ormai da oltre 10 anni al lavoro. Quelli del Centro Italia sono piu’ di 500 nelle Regioni Abruzzo, Lazio, Marche e Umbria. Piu’ volte avevo ottenuto con appositi emendamenti le proroghe dei contratti per questi lavoratori, ma le stabilizzazioni erano impossibili per il blocco delle assunzioni dovuto al decreto Brunetta. Con la legge Madia si era riaperta l’opportunita’ della stabilizzazione e avevamo iniziato un percorso con il governo Gentiloni, poi interrotto con il governo giallo verde. La scorsa settimana la svolta nel tavolo a Palazzo Chigi. Ringrazio il Presidente Conte, il responsabile della struttura di missione Curcio, i sottosegretari Castaldi e Morani, il commissario Legnini e tutta la maggioranza per il bel lavoro di squadra. Inoltre, nel testo del decreto, ci sono anche norme per lo smaltimento delle macerie, la proroga dello stato di emergenza al 2021 con relative coperture per il Centro Italia, norme per il terremoto Emilia Romagna e Catania”.

Di Redazione Notizie D'Abruzzo

Controllate anche

Legge regionale urbanistica, il centrosinistra: cemento, deregulation e illegittimità, troppe cose non vanno nel testo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *