Rifondazione Comunista: affrontare la crisi economica, sanitaria e climatica. Presidi a Pescara e Teramo.

“Questa mattina a Pescara in Piazza Sacro Cuore e Teramo in Largo San Matteo, come in altre città in Italia, Rifondazione Comunista  è scesa in piazza per  dare voce ai temi dell’emergenza sociale che vive il paese, per illustrare e rilanciare le proprie proposte per affrontare la crisi economica, sanitaria e climatica”. Lo affermano Maurizio Acerbo, segretario nazionale e Marco Fars, segretario regionale di Rifondazione Comunista – Sinistra Europe.

 

“In questo quadro di crisi gravissima con milioni di lavoratrici e lavoratori, dipendenti o autonomi che siano, che vivono con poche centinaia di euro al mese o sono addirittura senza alcun reddito, con la prospettiva fra qualche mese di doversi confrontare con la fine del blocco dei licenziamenti e degli sfratti; la crisi di governo rappresenta un’ennesima pagina della degenerazione del sistema politico del nostro paese. Oggi più che mai è indispensabile riportare l’attenzione sui problemi enormi che vive il paese.  Alla loro crisi contrapponiamo le nostre proposte per affrontare l’emergenza sociale e quella democratica:  estensione del blocco dei licenziamenti e della cassa integrazione per tutto il 2021: nessun posto di lavoro vada perduto; garanzia del reddito per tutte e tutti: nessuno resti senza reddito, nessuna attività economica vada perduta; blocco degli sfratti  per tutto il 2021 e sostegno all’affitto per le persone in difficoltà, piano per l’edilizia sociale per 500.000 abitazioni; rafforzamento del pubblico a partire da investimenti per strutture, strumentazioni e personale per la sanità e la scuola; un grande piano nazionale del lavoro partendo dall’assunzione di 500 mila nuovi dipendenti pubblici e la riduzione dell’orario di lavoro a parità di salario; taglio delle spese militari; tassa sulle grandi ricchezze. Ai pericoli per la democrazia che i partiti al governo usano come alibi si risponde con l’approvazione di una legge elettorale proporzionale che metta in sicurezza la Costituzione”.

 

 

Di Redazione Notizie D'Abruzzo

Controllate anche

Francavilla al Mare, il sindaco Luciani revoca le deleghe da assessore a Francesca Buttari

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *