Sanità, il difensore civico regionale Morra scrive all’assessore Verì per i Nuclei di Cura Primaria

Il Difensore civico regionale, Giandonato Morra ha inviato una lettera all’Assessore alla Salute Regione Abruzzo Nicoletta Verì e al Direttore Dipartimento Sanità della Regione Abruzzo dopo aver appreso dalla stampa “del rischio di chiusura (nonostante le rassicurazioni del manager della Asl) dei Nuclei di Cura Primaria (NCP) presenti nel territorio della Asl 1 L’Aquila – Avezzano – Sulmona”. “La questione – sollevata dai sindacati dei Medici- scrive Morra – nasce dal fatto che non viene consentito ai nuovi medici di famiglia di aderire ai NCP in sostituzione dei medici andati in pensione. E’ di tutta evidenza che il progressivo pensionamento dei medici che aderiscono a questi NCP, aperti 12 ore al giorno con assistenza medica, infermieristica e di segreteria, rischia di penalizzare il Servizio offerto al cittadino se non addirittura determinare la chiusura dei NCP in un momento storico in cui, invece, si sta cercando di rivalutare ed incentivare l’assistenza territoriale più prossima al cittadino e in cui c’è una forte carenza di medici di famiglia soprattutto nelle aree interne. Sembrerebbe che la questione sia motivata da indisponibilità economiche e di bilancio alle quali potrebbe essere correlata una precisa scelta di riservare le risorse originariamente destinate ai Medici di famiglia aderenti ai NCP ad altre finalità”. La missiva di Morra si conclude con “l’auspicio che l’Amministrazione regionale assuma tempestivamente tutte le iniziative necessarie per non disperdere ma, anzi, valorizzare l’esperienza dei NCP” .

Di Redazione Notizie D'Abruzzo

Controllate anche

Trasporto pubblico locale, confermato lo sconto del 10% agli studenti pendolari

Sarà garantito anche per l’anno scolastico 2024/2025 lo sconto del 10% sugli abbonamenti degli studenti …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *