Sono 61 in Abruzzo i comuni chiamati alle urne alle elezioni amministrative

Sono 61 in Abruzzo i comuni chiamati alle urne alle elezioni amministrative per eleggere, nella due giorni elettorale per il referendum costituzionale, sindaco e consiglieri a cominciare dalle dalle 7 alle 23 di domani, domenica 20 settembre e dalle 7 alle 15 di lunedì 21. Lo spoglio inizierà alle 9 di martedì 22 settembre. Possibile ballottaggio solo a Chieti (unico capoluogo in cui si vota) e Avezzano (L’Aquila), dove, come prevede la legge elettorale per i comuni al di sopra dei 15mila abitanti, se nessuno dei candidati raggiungerà il 50 per cento più uno dei voti, i primi due candidati si sfideranno il 4 e 5 ottobre. In provincia dell’Aquila si vota in 47 comuni, in provincia di Pescara in 4, mentre sia nella provincia di Chieti che in quella di Teramo sono 5 i comuni al voto. Molto attesa la sfida di Chieti, dove sono in campo cinque candidati a sindaco, sostenuti da 19 liste, mentre gli aspiranti consiglieri comunali sono 592. Il sindaco uscente Umberto Di Primio (centrodestra) che ha guidato la città per due mandati e che non può ricandidarsi a primo cittadino, ha scelto di non presentarsi per il consiglio comunale. Questi i candidati a sindaco per il Comune di Chieti: Fabrizio Di Stefano, Bruno Di Iorio, Diego Ferrara, Paolo De Cesare e Luca Amicone.

 

Schema dei comuni in dettaglio (da https://www.tuttitalia.it/elezioni-italiane/elezioni-comunali-abruzzo-2020/ )

Di Redazione Notizie D'Abruzzo

Controllate anche

Posti letto, Verì: ad oggi la situazione e’ sotto controllo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *