Sospiri: entro il 2021 il cantiere del prolungamento dell’asse attrezzato

“Entrano nel vivo le procedure per giungere rapidamente alla realizzazione di due grandi opere infrastrutturali destinate a incidere sull’assetto urbanistico-ambientale di Pescara, ovvero il prolungamento dell’asse attrezzato fin dentro la banchina portuale sud e l’abbattimento dello svincolo a trombetta con l’accorpamento dei comparti 3 e 4 della pineta dannunziana e la realizzazione del più grande parco urbano del centro-sud Italia. Sono infatti state affidate all’ingegnere Anna Lisa Brandelli le procedure di Valutazione d’Impatto ambientale, mentre sono partiti anche gli studi sull’impatto acustico determinato dalla demolizione dello svincolo, con la previsione dei futuri flussi di traffico. L’Enel procederà invece già nei prossimi giorni allo spostamento dell’impianto elettrico, ossia quadri, linee e cabine oggi esistenti sulla banchina sud del porto, parallela a via Andrea Doria, proprio per consentire l’apertura del cantiere”. Lo annuncia con una nota il presidente del Consiglio della Regione Abruzzo Lorenzo Sospiri. Due interventi, quelli di cui parla, finanziati con 15 milioni di euro del Fondo per lo Sviluppo e la Coesione (Fsc) “salvati grazie all’intervento della struttura tecnica della Regione con l’ingegner Primavera, il sottosegretario Umberto D’Annuntiiis e anche il Compartimento Anas Abruzzo”, sottolinea Sospiri ricordando che il 20 febbraio 2020 con il presidente della Regione Marco Marsilio aveva partecipato al vertice tenutosi a Roma per dare il via a quei cantieri “che il centrodestra ha pensato, progettato e difeso da anni, addirittura inseriti e previsti in un vecchio progetto Prusst, il Piano di riqualificazione urbana e di sviluppo sostenibile del territorio, e che mirano a rivoluzionare l’asse sud di Pescara, il quartiere Porta Nuova”.

Quindi i dettagli degli interventi infrastrutturali. Per il prolungamento dell’asse attrezzato saranno investimento di 8 milioni e 200 mila euro che, con l’uscita dentro il porto, ha il fine di “consentire i ripristinare collegamenti passeggeri e merci”. “Consentire ai turisti o ai grossi mezzi di arrivare direttamente in porto, evitando le interferenze con la mobilità cittadina, sarà un valore aggiunto per il territorio”, rimarca Sospiri. Perché si possa procedere si dovrà però rivedere la viabilità di via Andrea Doria, ed è proprio in quest’ottica, spiega il presidente del Consiglio regionale, che si prevede l’abbattimento dello svincolo a trombetta dell’asse, nell’area della pineta, per un importo di 6milioni 800mila euro, “con la sua delocalizzazione e contestuale realizzazione di un sottopasso ferroviario e la sistemazione delle rotatorie e della viabilità esistente”. E’ il Comune di Pescara il soggetto attuatore e secondo quanto previsto “l’amministrazione comunale dovrà rispettare la data del 2021 come termine ultimo per aprire i cantieri, scadenza alla quale ottempereremo senza alcun dubbio – chiosa Sospiri -. Parliamo di opere funzionali, solide, utili, che ci permetteranno di riqualificare l’intero quadrante della riviera sud, di risolvere il problema del rischio alluvionale della parte sud della città, e qui ricordo che è ancora aperto il dibattito sul futuro dell’ex Cofa, e di abbattere lo svincolo a trombetta sempre sulla parte sud di Pescara, disegnando una nuova viabilità per la stessa via Pantini e permettendo anche di accorpare i lotti 3 e 4 della pineta dannunziana, creando un polmone verde che, sotto il profilo delle dimensioni, forse avremmo visto, sino a oggi – conclude – , solo a Roma o Milano e che, oltre a essere di fatto inutilizzato, comunque rappresentava anche un detrattore estetico e ambientale”

Di Redazione Notizie D'Abruzzo

Controllate anche

Pescara, Avs ufficializza il sostegno al candidato sindaco Carlo Costantini

L’Alleanza Verdi Sinistra ufficializza l’adesione alla coalizione che sostiene la candidatura di Carlo Costantini a …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *