Teramo, Verì chiede un’accelerazione per l’iter di realizzazione del nuovo ospedale

L’assessore regionale alla Salute, Nicoletta Verì, ha chiesto un’accelerazione dell’iter procedurale da parte di tutti gli attori coinvolti nella costruzione dell’ospedale di Teramo. Nell’incontro con il sindaco di Teramo, Gianguido D’Alberto, Verì ha sottolineato che per la costruzione del nuovo ospedale è già disponibile una quota di finanziamento statale di 122 milioni di euro, a partire dalla localizzazione della struttura su cui è ancora aperto un approfondito confronto tra le varie proposte.

“I passaggi amministrativi portati avanti finora dalla Regione e dalla Asl di Teramo sono stati eseguiti nel rispetto delle 2 delibere del Comune di Teramo del 2017 (giunta Brucchi) e dell’ottobre 2020 (prima giunta D’Alberto) che indicavano 5 aree tra le quali scegliere quella maggiormente idonea al nuovo ospedale: tra queste c’erano sia Piano d’Accio, che lo studio di fattibilità preliminare Asl individuò come la più adatta, sia Villa Mosca – ha tenuto a puntualizzare l’assessore regionale – Da parte nostra non c’è alcuna preclusione all’ipotesi Villa Mosca: non possiamo però più perdere tempo e il Comune deve versare in atti la sua posizione sulla localizzazione del nosocomio che, ad oggi, non è mai stata formalizzata – ha concluso Verì – Il rischio è la perdita del finanziamento statale che sicuramente non potrebbe mai essere addebitato a inerzia o inadempienza di Regione o Asl”.

Di Redazione Notizie D'Abruzzo

Controllate anche

Giunta regionale, prima seduta informale ma resta il nodo sottosegretario

“Oggi abbiamo avuto la prima seduta informale della nuova Giunta regionale. È stato un momento …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *