Un cittadino dell’Ue su quattro si è sentito solo durante i primi mesi della pandemia

Un cittadino dell’Ue su quattro si è sentito solo durante i primi mesi della pandemia di coronavirus mentre la solitudine tra i giovani di 18-35 anni è quadruplicata rispetto al 2016. Lo afferma un rapporto del Centro comune di ricerca (Joint Research Center) della Commissione europea, presentato oggi. Il rapporto contiene le ultime prove scientifiche sulla solitudine e l’isolamento sociale nell’Ue e analizza il sondaggio della Fondazione europea per il miglioramento delle condizioni di vita e di lavoro, che mostra che i sentimenti di solitudine sono raddoppiati in tutte le fasce d’età nei primi mesi della pandemia. Anche la copertura mediatica in tutta l’Ue sul fenomeno della solitudine è raddoppiata durante la pandemia, con una consapevolezza del problema che varia ampiamente tra gli Stati membri. Il rapporto del Centro comune di ricerca esplora le iniziative per affrontare la solitudine in 10 Stati membri dell’Ue.

Di Redazione Notizie D'Abruzzo

Controllate anche

L’Aquila, martedì arrivano Draghi e il ministro Carfagna

Il presidente del Consiglio dei Ministri, Mario Draghi, e il Ministro per il Sud e …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *