Agenas, Abruzzo al 45% di posti letto in terapia intensiva

L’occupazione dei posti letto nelle terapie intensive da parte di pazienti Covid supera la soglia critica del 30%. Il dato emerge dal monitoraggio realizzato dall’Agenas (Agenzia Nazionale per i Servizi Sanitari Regionali) aggiornato al 9 marzo. A livello nazionale, le terapie intensive occupate da persone positive al Sars-Cov-2 arrivano ora a quota 31%, superando il livello oltre il quale risulta difficile poter assistere adeguatamente altri pazienti non Covid. Rispetto ai dati del primo marzo la crescita e’ stata forte (+6%): dal 25% al 31%.

Secondo il monitoraggio pubblicato online da Agenas, sono 11 le regioni che superano la soglia critica del 30%: Abruzzo (41%), Emilia Romagna (40%), Friuli Venezia Giulia (34%), Lombardia (43%), Marche (44%), Molise (67%), Provincia Autonoma di Bolzano (39%), Provincia Autonoma di Trento (54%), Piemonte (36%), Toscana (36%), Umbria (57%). Cresce anche il numero dei posti letto nei reparti di malattie infettive, medicina generale e pneumologia occupati da pazienti Covid. Il valore nazionale in questo caso tocca quota 35%, ovvero +5% rispetto al primo marzo, ma comunque ancora sotto la soglia critica, definita pari al 40%. In particolare, a superarla sono 7 regioni: Abruzzo (45%), Emilia Romagna (47%), Lombardia (46%), Marche (54%), Molise (45%), Piemonte (42%) e Umbria (51%).

Di Redazione Notizie D'Abruzzo

Controllate anche

Bankitalia, in Abruzzo crescita del 6.3% nel 2021

In Abruzzo il 2021 è stato caratterizzato da una ripresa dell’attività economica. Secondo l’indicatore trimestrale …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.