Coronavirus, dodici i nuovi casi in Abruzzo

Dodici i nuovi casi di coronavirus secondo i dati ufficiali della Regione Abruzzo, ma undici – relativi ai dipendenti di uno stabilimento del gruppo Amadori nel Teramano – erano gia’ noti da ieri. Il dodicesimo riguarda un paziente della provincia di Chieti. Il totale regionale sale cosi’ a quota 3.486. Negli ultimi giorni si e’ registrato un brusco balzo in avanti dei contagi: 39 ieri, 15 giovedi’ e 19 mercoledi’. Si tratta dei numeri piu’ alti dopo l’azzeramento dei contagi avvenuto per la prima volta il 29 maggio. L’impennata di nuovi casi e’ dovuta anche alla questione migranti: tanti, tra i 200 arrivati in Abruzzo dopo la redistribuzione su base nazionale, quelli risultati positivi. Situazioni che, comunque, non preoccupano gli esperti, dato che gli stranieri sono in isolamento in strutture protette e non hanno contatti con l’esterno. Maggiore preoccupazione, invece, per i cluster territoriali, come quello dello stabilimento della Avi.Coop del gruppo Amadori di Controguerra (Teramo) o quello di Sulmona (L’Aquila), dove diverse persone che hanno partecipato ad una festa di compleanno sono poi risultate positive. Le Asl sono al lavoro sul tracciamento dei contatti e per circoscrivere i focolai. Gli attualmente positivi sono sette in piu’ di ieri, per un totale di 197: 25 sono in ospedale, uno dei quali in terapia intensiva, e 172 sono in isolamento domiciliare. I guariti sono 2.817. Nessun decesso recente: il bilancio delle vittime e’ fermo a 472, Dall’inizio dell’emergenza sono stati eseguiti 134.980 test.

Di Redazione Notizie D'Abruzzo

Controllate anche

Un negozio su tre in Italia rischia la chiusura

Un negozio su tre in Italia rischia la chiusura mandando in fumo oltre 400 mila …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *