Cresce la povertà ma migliorano i dati su ambiente e salute

Il Rapporto annuale dall’ASviS, l’Alleanza italiana per lo sviluppo sostenibile, presentato in occasione del Festival dello sviluppo sostenibile, mostra come tra il 2010 e il 2021 l’Italia ha fatto registrare miglioramenti in otto “Goal” dell’Agenda 2030: alimentazione e agricoltura sostenibile, salute, educazione, uguaglianza di genere, sistema energetico, innovazione, consumo e produzione responsabili, lotta al cambiamento climatico. Si annota un peggioramento per cinque obiettivi: poverta’, acqua, ecosistema terrestre, istituzioni solide e cooperazione internazionale. Tuttavia, restringendo l’analisi all’ultimo biennio, ci si accorge di come il Paese non abbia ancora superato gli effetti negativi causati dalla crisi pandemica. In questo arco di tempo, infatti, si segnalano passi avanti solo in due obiettivi: il sistema energetico e la condizione economica e occupazionale, per altri due, alimentazione e agricoltura sostenibile e lotta al cambiamento climatico, viene confermato il livello del 2019, mentre per tutti i restanti obiettivi dell’Agenda 2030 il livello nel 2021 e’ al di sotto di quello del 2019. “Il tempo a nostra disposizione sta finendo”, avvertono i presidenti dell’ASviS Marcella Mallen e Pierluigi Stefanini. “Dal 2019 al 2021 – sottolinea Mallen – registriamo un aumento delle disuguaglianze di reddito, una crescente difficolta’ del sistema sanitario di rispondere alle esigenze dei cittadini e un arretramento degli indicatori ambientali. L’urgenza di costruire un modello di sviluppo realmente sostenibile ci impone di dare una svolta radicale al nostro modo di abitare la Terra”. Per Stefanini “la frattura della pandemia, le guerre e gli scenari geopolitici mondiali, insieme al nuovo corso politico che si apre in Italia ci impongono di ripensare e cambiare passo. Occorre un grande cambiamento, anche culturale, che deve essere innescato dalla politica e dalle istituzioni, realizzando tra l’altro le proposte del decalogo promosso dall’ASviS”, che l’associazione ha presentato a tutte le forze politiche.

Di Redazione Notizie D'Abruzzo

Controllate anche

Svimez, mezzo milione di nuovi poveri al Sud a causa dello shock inflazionistico

A causa dei rincari dei beni energetici e alimentari l’incidenza delle famiglie in poverta’ assoluta …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *