Deficit sanità, no dei revisori dei conti alla delibera della Giunta regionale

Il Collegio dei revisori dei conti della Regione Abruzzo ha espresso parere non favorevole sulla delibera della Giunta regionale che destina 68 milioni di euro per la copertura del disavanzo del servizio sanitario regionale, prodotto dalle quattro Asl abruzzesi che nel 2023 hanno accumulato un debito complessivo di oltre 122 milioni di euro. La restante parte è stata coperta con avanzi di amministrazione ed altre economie.
La delibera sarà discussa nel Consiglio regionale convocato d’urgenza per domani alle 16 con i tempi di approvazione contingentati alle ore 20. Il documento sarà al vaglio della commissione Bilancio dalla 10,30 alle 15 di domani, anche in questo caso con tempi contingentati dalla maggioranza di centrodestra. L’urgenza è legata al fatto che le carte dovranno essere presentate il 27 maggio prossimo al tavolo di monitoraggio nazionale.
Dura la nota delle opposizioni che chiederà “una relazione chiara ed esaustiva sullo stato attuale dei conti e un piano di rientro che sia sostenibile per le casse della Regione. Il parere negativo del Collegio dei revisori rende estremamente difficoltoso offrire copertura al disavanzo sanitario e fa sorgere dei dubbi anche sull’opportunità di investire risorse regionali in altre attività, quali ad esempio l’accordo con il Napoli calcio o il Giro d’Italia, o altre manifestazioni simili. Questo ulteriore ostacolo, inoltre, rallenta la procedura di monitoraggio ministeriale che dovrebbe concludersi entro il 27 maggio. Un percorso che a oggi sembra essere più ricco di ostacoli e difficoltà” così i consiglieri regionali di opposizione del Patto per L’Abruzzo, sul parere negativo del Collegio dei revisori dei conti

Di Redazione Notizie D'Abruzzo

Controllate anche

Sono 470 i Comuni in stato di crisi in Italia

In Italia ci sono “470 comuni (il 6% del totale) in stato di crisi (nel …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *