Il Presidente della Repubblica Sergio Mattarella in Abruzzo

Il presidente della Repubblica, Sergio Mattarella, accolto dal primo cittadino di Tagliacozzo, Vincenzo Giovagnorio, ha assistito alla cerimonia di inaugurazione -in Piazza Dante Alighieri- della statua dedicata al poeta, realizzata dall’amministrazione comunale. Presenti gli amministratori comunali e i rappresentanti istituzionali del territorio, in primis il presidente della Regione Abruzzo, Marco Marsilio, e il presidente della provincia dell’Aquila, Angelo Caruso. Mattarella, e con lui gli alunni delle scuole primarie e secondarie del posto, ha sollevato il drappo che nasconde la statua in onore del poeta che raccontò della battaglia citandola in una terzina della Divina Commedia. Al presidente sono state, inoltre, consegnate in dono le chiavi della città artigianalmente realizzate da Ivan Morgante, orafo locale. 

“Superando la contrapposizione tra angioini e imperiali rievocata in questa giornata la sollecitazione che emerge e’ l’esigenza di unita’, di percorso comune e di crescita insieme dei nostri concittadini in questa grande avventura che e’ l’integrazione europea”. Lo ha detto il presidente Sergio Mattarella al Teatro dei Marsi di Avezzano di fronte alla platea dei rappresentanti istituzionali della Marsica e dell’Abruzzo in occasione del 750/o anniversario della battaglia di Tagliacozzo avvenuta il 23 agosto 1268 tra Corradino di Svevia e Carlo I d’Angio’.

“L’aspetto che vorrei riprendere – ha aggiunto il presidente – e’ l’importanza di tutto il territorio del nostro Paese in particolare quello delle aree interne; il nostro e’ un Paese ricco di comunita’, di storie particolari e di apporti artistici e culturali straordinari che vengono da ogni suo piccolo elemento territoriale, questa e’ la ricchezza dell’Italia non a caso apprezzata in tutto il mondo per il suo immenso patrimonio storico artistico e culturale ed e’ compito delle istituzioni difendere questa articolazione”, ha detto ancora il Presidente Mattarella nella prima visita istituzionale nella Marsica, accolto dal presidente della Regione Abruzzo Marco Marsilio, dal sindaco dell’Aquila Pierluigi Biondi, dal Prefetto Giuseppe Linardi e dal sindaco di Tagliacozzo Vincenzo Giovagnorio. Presente anche Gianni Letta che ha patrocinato l’organizzazione dell’evento

“La visita del Presudente della Repubblica Sergio Mattarella è un onore per l’Abruzzo” è quanto dichiara il Presidente del Consiglio regionale Lorenzo Sospiri che ha partecipato al Teatro dei Marsi di Avezzano alla commemorazione della Battaglia di Tagliacozzo tra Corradino di Svevia e Carlo D’Angiò. “Ho avuto il piacere di stringere la mano al Presidente della Repubblica a nome di tutti gli abruzzesi – ha detto Sospiri – E’ stata una grande emozione vederlo e poterlo ascoltare. Ho condiviso e apprezzato la parte del discorso in cui il Capo dello Stato ha ricordato l’importanza dell’intero territorio del nostro Paese, particolarmente delle sue aree interne che vanno difese e tutelate. E’ quello che stiamo cercando di fare sia come Consiglio regionale che come Regione Abruzzo – aggiunge Sospiri – L’Abruzzo, in particolare, è una regione dove le aree interne rappresentano valori storici, culturali, architettonici,ambientali di una straordinaria importanza. Non abbandonare le aree interne – conclude il Presidente dell’Assemblea regionale – vuol dire difendere l’unitarietà dell’Abruzzo”. 

“Nel momento politico delicato quale è quello che stiamo vivendo, la sua presenza quale nostro graditissimo ospite, signor Presidente, assume una particolare valenza e ci predispone ad affrontare tutti insieme, con serenità e con determinazione, le sfide che ci attendono”. Con queste parole il Presidente della Regione Abruzzo, Marco Marsilio, ha salutato questa mattina il Presidente della Repubblica, Sergio Matterella. 

Di Redazione Notizie D'Abruzzo

Controllate anche

Donate 185 tonnellate di prodotti per la colletta alimentare

 Nel corso della Giornata nazionale della colletta alimentare che e’ tornata anche in presenza nella …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *