In Italia più di 25 milioni di persone sono obese o in sovrappeso

In Italia più di 25 milioni di persone sono obese o in sovrappeso, ovvero il 46% degli adulti (oltre 23 milioni) e del 26,3% dei bambini e degli adolescenti tra i 3 e i 17 anni (2,2 milioni). È quanto emerge dal IV Italian Barometer Obesity Report, riferito all’anno 2021, presentato e realizzato da IBDO Foundation in collaborazione con Istat, Coresearch e Bhave e con il contributo non condizionato di Novo Nordisk.

Gli esperti temono che una larga quota di persone non riconosca il problema: l’11,1% degli adulti con obesità e il 54,6% degli adulti in sovrappeso ritiene di essere normopeso e ben il 40,3% dei genitori di bambini in sovrappeso o obesi considera i propri figli normopeso o addirittura sottopeso. Eppure, come sottolinea Silvio Brusaferro, presidente dell’Istituto superiore di sanità, nel suo intervento scritto all’interno del volume, “in Italia si stima che l’obesità sia responsabile di oltre 64 mila decessi (ovvero del 10% di tutti i decessi) e di oltre 571mila anni vissuti con disabilità”. L’obesità favorisce, infatti, l’insorgenza di problemi di salute mentale, disturbi cardiaci, diabete di tipo 2, alcuni tumori e problemi a scheletro e articolazioni.

Secondo uno studio realizzato dal CREA Sanità (Centro per la ricerca economica applicata in sanità) per il IV Italian Barometer Obesity Report stima che nel 2020 l’obesità sia costata all’Italia circa 13,3 miliardi di euro. Se i problemi di peso sono diffusi in tutta Italia, il Report evidenzia tuttavia la presenza di significative differenze territoriali, a svantaggio del Sud e Isole, dove rispettivamente il 31,9% e il 26,1% dei bambini e degli adolescenti è in eccesso di peso rispetto al 18,9% al Nord-Ovest, al 22,1% al Nord-Est e al 22% al Centro. Le diseguaglianze territoriali si confermano anche tra gli adulti, con un tasso di obesità che varia dal 14% al Sud e 13,6% nelle Isole, al 12,2% del Nord Est, al 10,5% del Nord-Ovest e Centro. Dal Report emergono anche differenze di genere: fra gli adulti l’11,1% delle donne è obeso contro il 12,9% degli uomini; tra bambini e adolescenti il 23,2% delle femmine è in eccesso di peso contro il 29,2% dei maschi.

Di Redazione Notizie D'Abruzzo

Controllate anche

Smart working solo per il 14 per cento degli occupati

In Italia è appena il 14,9% degli occupati che svolge parte dell’attività in smart working, …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *