Quasi 2 italiani su 3 (63%) hanno deciso di acquistare piante e fiori per le festività di Ognissanti

Quasi 2 italiani su 3 (63%) hanno deciso di acquistare piante e fiori in occasione delle festivita’ di ognissanti e dei morti per donarli ai propri defunti, in una ricorrenza che resta tra le piu’ radicate della tradizione nazionale. E’ quanto emerge dall’indagine on line sul sito www.Coldiretti.it in occasione della tradizionale visita ai cimiteri per onorare i propri cari. Un appuntamento segnato quest’anno dall’emergenza Covid che ha reso necessarie misure anti contagio con orari piu’ ridotti, ingressi scaglionati o percorsi predeterminati.

La decisione di consentire la vendita dei fiori nei centri commerciali durante il weekend nonostante la chiusura obbligatoria nei fine settimana decisa per i non alimentari in diverse ordinanze anti contagio regionali e’ importante – sostiene la Coldiretti – per garantire ai cittadini la possibilita’ di portare un dono ai propri cari. Il giorno dedicato al ricordo dei defunti rappresenta la ricorrenza piu’ importante dell’anno per gli italiani e per il florovivaismo Made in Italy. Oltre a un tragico bilancio di vittime e ammalati la pandemia sta mettendo a dura prova il settore che ha perso il 58% del fatturato di un anno con il taglio di decine di migliaia di posti di lavoro. L’emergenza coronavirus ha creato problemi all’export con ritardi e difficolta’ nei trasporti e nella vendita con la perdita di piante e fiori appassiti e distrutti nei vivai in Italia. A rischio c’e’ il futuro di un settore chiave del Made in Italy agroalimentare con il valore della produzione italiana di fiori e piante stimato in 2,57 miliardi di euro

Di Redazione Notizie D'Abruzzo

Controllate anche

Coronavirus, sono 255 (tra 6 mesi e 94 anni) i nuovi casi positivi al Covid-19 registrati oggi in Abruzzo

Sono 255 (tra 6 mesi e 94 anni) i nuovi casi positivi al Covid-19 registrati …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.