Rapporto dei Vescovi, problemi della povertà e dei migranti delegati a volontari

I due importanti ambiti della lotta alla poverta’ e delle migrazioni sono “troppo appaltati al volontariato e al terzo settore”, con una “comoda delega nell’affrontare punti critici e complessità” mentre le istituzioni operano attraverso leggi prive di finanziamenti o con pochi spiccioli. Questa l’accusa della Conferenza episcopale di Abruzzo e Molise (Ceam) nel rapporto “Vivere la prossimita’”, che gli arcivescovi e i vescovi abruzzesi e molisani hanno elaborato in occasione della prima Giornata mondiale dei poveri, indetta da Papa Francesco al termine del Giubileo della Misericordia. Una nota critica verso le istituzioni e soprattutto le Regioni: nel caso dell’Abruzzo, vengono citate due leggi sul sostegno alla poverta’ con “poche decine di migliaia di euro” e all’immigrazione che per loro e’ “una scatola vuota quanto a programmi e sostegno finanziario”. Bocciata anche la Regione Molise, additata “negli ultimi anni, di una generale impasse”. 

Di Redazione Notizie D'Abruzzo

Controllate anche

Coronavirus, in Abruzzo si registrano 9 nuovi casi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *