Vendemmia, la Francia supera l’Italia nella produzione ma l’export nazionale vola: + 18,5 %

Per la prima volta dopo anni l’Italia non è più il maggiore produttore mondiale di vino, superata in quantità dalla Francia se le prime stime sulla vendemmia in corso segnata dal grande caldo saranno confermate. E’ quanto emerge dall’analisi della Coldiretti in riferimento alla vendemmia in corso lungo la Penisola e Oltralpe che potrebbe concludersi con uno storico sorpasso dal punto di vista dei volumi. In Italia, sottolinea la Coldiretti, si stima una produzione in calo del 14%, intorno ai 43 milioni di ettolitri contro i 50 milioni registrati la scorsa stagione, facendo entrare il 2023 fra i peggiori anni della storia del vigneto Italia nell’ultimo secolo insieme al 1948, al 2007 e al 2017. Mentre in Francia, nonostante i danni della peronospera e della siccità, secondo le stime del servizio di statistica del Ministero dell’Agricoltura francese, la vendemmia dovrebbe attestarsi tra i 44 ed i 47 milioni di ettolitri, in linea con la media del periodo 2018-2022, mentre la Spagna, dovrebbe restare terza con circa 36 milioni di ettolitri. La sfida in realtà, evidenzia l’organizzazione agricola, è soprattutto sulla valorizzazione della produzione che in Italia si attende comunque di alta qualità e può contare su 635 varietà iscritte al registro viti, il doppio rispetto ai francesi, con le bottiglie made in Italy destinate per circa il 70% a Docg, Doc e Igt, con 332 vini a denominazione di origine controllata (Doc), 76 vini a denominazione di origine controllata e garantita (Docg), e 118 vini a indicazione geografica tipica (Igt) riconosciuti in Italia, e il restante 30% per i vini da tavola a dimostrazione del ricco patrimonio di biodiversità con vini locali di altissima qualità grazie ad una tradizione millenaria. Il processo di qualificazione del vino italiano è confermato dal successo dell’export anche in Francia, dove si bevono sempre più bottiglie italiane con un balzo del +18,5% in valore delle esportazioni nazionali di vino Oltralpe nei primi cinque mesi del 2023, secondo le elaborazioni Coldiretti su dati Istat.

Di Redazione Notizie D'Abruzzo

Controllate anche

Salute, l’Abruzzo scala cinque posizioni nel rapporto ‘Meridiano Sanità’

L’Abruzzo registra un netto miglioramento, scalando 5 posizioni, rispetto al 2022 per lo stato di …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *