Giornate Europee del Patrimonio, le iniziative a Chieti e Pescara

Sabato 24 e domenica 25 settembre si celebrano in tutta Italia le GEP – Giornate Europee del Patrimonio 2022, la più estesa e partecipata manifestazione culturale d’Europa. “Patrimonio culturale sostenibile: un’eredità per il futuro” è lo slogan di quest’anno e propone una riflessione sulla gestione sostenibile del patrimonio culturale e del paesaggio e, allo stesso tempo, su come questo possa contribuire a un futuro più sostenibile da un punto di vista ambientale, sociale ed economico, anche in funzione del raggiungimento degli specifici obiettivi fissati dalle Nazioni Unite per il 2030. Gli eventi organizzati dalla Soprintendenza archeologia belle arti e paesaggio delle province di Chieti e Pescara sono con ingresso gratuito tra conferenze, visite guidate, aperture straordinarie, anche notturne, passeggiate archeologiche, visita a studio d’artista.

A Pescara domenica 25 dalle 16 alle 20, in collaborazione con la Fondazione Summa, visita guidata allo studio dell’artista Franco Summa, per scoprire le sue opere ispirate al tema dell’arte ambientale, che ha trovato negli spazi urbani uno specifico campo di intervento. Sempre tra sabato e domenica si alternano la visita guidata al Tempietto di S.Maria del Tricalle di Chieti, visite guidate al parco archeologico di Iuvanum a Montenerodomo,ai Templi italici di Schiavi d’Abruzzo, al Parco archeologico del Quadrilatero a San Salvo e alla villa romana di Manoppello e alla villa rustica di epoca romano-imperiale di Tollo. A Catignano e Spoltore saranno saranno aperti al pubblico i depositi archeologici; a Vasto visita alla chiesa di S.Onofrio e alle Terme romane. Crecchio ospiterà la conferenza “Il mecenatismo nell’archeologia” e a Chieti verrà illustrato il restauro dei reperti di piazza S.Giustino. A Lanciano visite guidate alla casa studio di Federico Spoltore. “Le Giornate europee del patrimonio nelle province di Chieti e Pescara -afferma la Soprintendente Cristina Collettini- rappresentano un’occasione per riflettere sul benessere che deriva dall’esperienza culturale e sui benefici che la fruizione del patrimonio culturale può determinare in termini di divertimento, condivisione, sperimentazione ed evasione.

Di Redazione Notizie D'Abruzzo

Controllate anche

Agenas, occupazione nei reparti sale all’11% in 6 regioni

La percentuale dei posti letto occupati da pazienti Covid nei reparti ospedalieri sale di un …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *