Scuola, Cisl: in Abruzzo a rischio duemila lavoratori

“L’Ufficio Scolastico Regionale per l’Abruzzo ha comunicato ufficialmente alle organizzazioni sindacali le risorse effettivamente disponibili per le proroghe dei cosiddetti ‘contratti Covid’ nelle scuole, ovvero quasi duemila lavoratori abruzzesi che attendevano la conferma dei propri contratti fino al termine delle lezioni nelle scuole. La dotazione economica assegnata, pari a 5.125.000 euro, risulta assolutamente insufficiente a finanziare le proroghe di tutti i contratti stipulati dalle scuole abruzzesi fino alla fine dell’anno scolastico”. Lo afferma la Cisl Scuola Abruzzo Molise.

“I dirigenti scolastici – dice il segretario generale Davide Desiati – si troveranno a dover decidere se prorogare tutti i contratti fino alla prima o seconda settimana di maggio oppure se addirittura dover scegliere quale contratto prorogare, quale docente o Ata e’ maggiormente necessario. E’ da tener presente che gia’ dall’inizio dell’anno scolastico i contratti autorizzati sono stati circa la meta’ di quelli richiesti dalle scuole abruzzesi, quindi gia’ la risposta iniziale e’ stata insufficiente ed ora si pone il problema o di ulteriori riduzioni di unita’ di personale o di non riuscire a garantire la medesima organizzazione fino al termine delle lezioni”.

Di Redazione Notizie D'Abruzzo

Controllate anche

Istituito il registro regionale dei tumori, via libera dalla Commissione sanità

La Commissione sanità del Consiglio regionale dell’Abruzzo, presieduta da Mario Quaglieri, ha espresso, all’unanimità, il …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.