Museo Cascella, completato il restauro di “Genova”

Dopo  sei mesi di lavoro è stato completato il restauro di “Genova”, uno degli otto pannelli di “La vera Cabala del Lotto” che decorano la scala del Museo Cascella, a Pescara, è finalmente terminato. Il recupero è stato curato dalla restauratrice Chiara Russo, nell’ambito di un progetto con il quale la Fondazione Genti d’Abruzzo ha voluto rendere omaggio a Pietro Cascella, che quei pannelli li ha realizzati. “Genova” era senz’altro l’elemento più compromesso, danneggiato dal passare degli anni e da problemi di conservazione. Oggi è tornato a una vita nuova. L’intera operazione di restauro è stata ripresa e documentata e tutto il materiale verrà presentato domenica 22 maggio, alle ore 18, nel salone del Museo Cascella. Il lavoro è stato parte di un importante progetto di condivisione con la città: in alcune date particolari, infatti, il restauro è stato aperto al pubblico e piccoli gruppi di persone hanno potuto assistere alle fasi di pulizia e sistemazione. In più l’intera operazione è stata possibile grazie alla donazione liberale di Luigi Di Fabio, il proprietario del Bar Roberto che, da qualche mese gestisce anche il Caffè Letterario. Un aiuto è arrivato anche dall’Inner Wheel, club service che ha già arricchito il Museo delle Genti d’Abruzzo con una collezione di bambole dal mondo. La partecipazione dei privati è un valore aggiunto, che segna un legame più forte delle istituzioni museali con la città. “È un lavoro importante che speriamo possa continuare – afferma la direttrice della Fondazione Genti d’Abruzzo, Letizia Lizza – vorremmo infatti completare la sistemazione di tutti i pannelli della scala. Il passo che abbiamo compiuto è un passo importante e su questa strada di collaborazione con il tessuto sociale vorremmo proseguire”.

Di Redazione Notizie D'Abruzzo

Controllate anche

Dal Ministero della cultura fondi per 11 chiese da restaurare in Abruzzo

In Abruzzo sono 11 le chiese selezionate dal Ministero della Cultura nell’ambito dell’elenco di interventi …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.