Pinguini tattici nucleari il 29 luglio in concerto a Francavilla al mare

“Un territorio in crescita è capace di attrarre grandi nomi e grandi numeri di pubblico. Francavilla da alcuni anni è questo: un punto di riferimento per il turismo abruzzese che, lavorando d’anticipo e sapientemente, riesce ad offrire un calendario culturale e di intrattenimento di altissimo livello. L’estate 2022 la ricorderemo come quella della ripartenza”. Così il Sindaco, Luisa Russo, nell’annunciare il primo nome e il primo festival dell’estate 2022.
Si tratta dello Shock Wave Festival, uno dei festival più importanti del centro Italia che andrà in scena dal 27 al 30 luglio. Una location completamente nuova, sulla spiaggia libera di via Francesco Paolo Tosti, che potrà ospitare fino a 7 mila persone per quattro grandi nomi. E se su tre nomi su quattro c’è ancora il massimo riserbo, l’amministrazione riesce oggi a svelare il primo nome che salirà sul palco di Francavilla: saranno i Pinguini Tattici Nucleari, infatti, a partecipare il 29 luglio allo Shock Wave Festival, evento in passato dedicato e organizzato in collaborazione con i giovani.
Shock Wave nell’edizione 2022 nasce infatti dalla collaborazione tra l’amministrazione comunale ed il Centro di Aggregazione Giovanile Zona Futura, nato lo scorso anno.
“Dopo due anni di eventi con restrizioni, che pure hanno fatto la storia di Francavilla, ma riservati ad un numero limitato di persone, finalmente si annuncia un’estate all’insegna della quasi libertà tanto sperata”, commenta l’Assessore al Turismo e Cultura, Cristina Rapino: “se infatti per questo e per gli altri concerti di Shock Wave l’ingresso sarà a pagamento, l’estate 2022 sarà quella nella quale potremo riportare gli eventi in piazza, a disposizione di tutti, sempre nel rispetto delle regole per la sicurezza ma senza ulteriori restrizioni se la tendenza dei dati sulla pandemia si confermerà quella delineata in questi giorni. Questo è un aspetto molto importante, che ci restituisce la socialità ed un pezzo di vita”.

E il tema del Festival lo hanno proprio scelto loro, i ragazzi di Futura: “Si chiama Anno Zero”, dicono da Zona Futura, e spiegano il perché con un concetto che va oltre lo show dell’estate:  “Un nuovo inizio, una nuova location e una nuova identità. Per ripartire, il Festival cambia veste e costruisce una nuova identità incentrata attorno al concetto di Zero. La pandemia ha depredato l’attenzione e i pensieri delle nuove generazioni, relegando il resto sullo sfondo. Azzerandolo. Niente più occasioni di socialità, nessun tipo di condivisione. Si riparte da zero con nuove tracce da seguire”.
Zero Generi. Non avere generi di riferimento significa da un lato fantasia, fluidità e creatività musicale dall’altro inclusività, apertura e uguaglianza. In un contesto artistico-culturale in cui affermare la diversità è ancora una battaglia, lo Shock Wave Festival non lascia spazio a nessun tipo di discriminazione. Ripartiamo da Zero attraverso il suono. Accendiamo i riflettori, comincia lo show.
Zero Plastica. Il Cambiamento climatico ci impone di adottare delle misure drastiche. Un Festival senza plastica è una sfida ardua che rappresenta solo il primo passo per rendere lo Shock Wave un evento sostenibile per l’ambiente. Zero plastica è un’assunzione di responsabilità doverosa nei confronti del nostro pianeta.
Zero Barriere. Lo Shock Wave rappresenta l’occasione per tornare alla socialità dopo la pandemia. Per questo vogliamo abbattere qualsiasi barriera, eliminare i confini che ci hanno diviso in questi due anni. Approdiamo sulla spiaggia, con lo sguardo puntato verso l’orizzonte. Nessuno rimarrà indietro.
Zero Pensieri. In un mondo governato dalla frenesia, lo Shock Wave è il posto giusto per spegnere i pensieri negativi e tuffarsi nel divertimento. Mare, musica e intrattenimento: sarà un’esperienza immersiva in cui l’unica preoccupazione sarà non perdere la voce.
Generazione Zero. Shock Wave è il festival della ‘Generazione Zero’ perché si rivolge indistintamente a coloro che amano la musica. L’umanità racchiusa in un solo corpo che lo Shock Wave farà ballare a tempo”.

I Pinguini Tattici Nucleari hanno raggiunto il successo mediatico nel 2020 con la partecipazione al 70º Festival di Sanremo nella sezione Campioni, concorrendo con il brano Ringo Starr, classificandosi al terzo posto.

I biglietti saranno in vendita a partire dal prossimo 28 febbraio sui circuiti TicketOne, Ticketmaster e Ciaoticket. Le fasce di prezzo saranno due: una da 40 e una da 61 euro, ai quali vanno aggiunti i diritti di prevendita.

Nelle prossime settimane verranno svelati i nomi degli altri big attesi a Francavilla, ed un’anteprima del calendario dell’estate 2022, l’estate della ripartenza.

Di Redazione Notizie D'Abruzzo

Controllate anche

Claudio Baglioni a Pescara il 1° dicembre, poi tappe ad Avezzano e Sulmona

Claudio Baglioni torna a suonare in Abruzzo giovedì 1° dicembre sul palco del teatro Massimo …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *