Premio Majano a Chieti, tra i vincitori Giancarlo Giannini, Giorgi e Bennato

Sono stati assegnati a Giancarlo Giannini protagonista in “David Copperfield” (1966) e “…E le stelle stanno a guardare” (1971), Eleonora Giorgi protagonista di “Castigo” (1977) e Pino Donaggio compositore e autore della colonna sonora di “Strada senza uscita” (1986) i premi alla carriera nell’ambito del “Premio Internazionale Anton Giulio Majano”, regista e sceneggiatore nato a Chieti, che si terrà nel capoluogo dal 30 novembre al 3 dicembre con la direzione del maestro Davide Cavuti. Serata di gala con cerimonia di premiazione il 3 dicembre al teatro Marrucino. Gli altri riconoscimenti sono stati suddivisi in varie sezioni: il “Premio come miglior regista” è andato a Carmine Elia per aver diretto “La porta rossa” (2017) e “Sopravvissuti” (2022), per la sezione ‘miglior interpretazione femminile’ a Violante Placido per l’interpretazione di Elena Ranieri in “Fino all’ultimo battito” (2021), a Edoardo Siravo il premio per la sezione ‘interprete maschile’ per il ruolo di Valter in “Le fate ignoranti – la serie” (2022) di Ferzan Özpetek. Il premio per la sezione ‘miglior interprete di serie internazionale’ è andato a Lucrezia Guidone per “Fedeltà” (2022), trasmessa sulla piattaforma Netflix, a Vanessa Gravina è stato assegnato il riconoscimento per “Il paradiso delle signore” (2015-2022) e per le numerose partecipazioni a fiction televisive di successo. Il premio per la sezione «serie internazionale» è stato attribuito alla scrittrice americana Tembi Locke, co-autrice di «From Scratch» (2022), serie trasmessa da Netflix e tratta dal suo omonimo Best Seller, il premio per la sezione ‘musica’ è stato assegnato a Eugenio Bennato, autore, della colonna sonora dello sceneggiato «L’eredità della priora» (1980) diretto sempre da Majano. Per la sezione «letteratura» il riconoscimento è stato attribuito allo scrittore Remo Rapino. Il Comitato Istituzionale ha voluto, inoltre, omaggiare con il «Premio Majano» il regista Pupi Avati per le sue numerose regie cinematografiche e televisive e in particolare per il suo ultimo lavoro «Dante», presentato in prima assoluta lo scorso 16 giugno a Roma. I vincitori del premio Majano, un “Achille” d’argento, sono stati resi noti a Chieti nel corso di una conferenza stampa tenuta nel foyer del Marrucino da Cavuti, dal vicesindaco di Chieti, Paolo De Cesare, e dal presidente del Cda del teatro, Giustino Angeloni.

Di Redazione Notizie D'Abruzzo

Controllate anche

Hanzelewicz vince il Premio ‘Sviluppo Sostenibile 2023’

Adam Hanzelewicz, giornalista della sede ANSA dell’Abruzzo, ha vinto la sezione Comunicazione territoriale del Premio …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *