Il Pescara cade a Perugia

Il Pescara perde a Perugia e rimane terzo in classifica. Fatali i gol degli ex al Curi, dove il Perugia di Nesta si impone per 2-1. La migliore occasione per sbloccare il punteggio capita al 23′ sui piedi di Vido che, con un diagonale dal limite dell’area, ha mandato la palla ad infrangersi sul palo, laddove il portiere Kastrati (in campo al posto dell’infortunato Fiorillo) non sarebbe mai potuto arrivare. Prima del riposo il vantaggio del Perugia con l’ex Verre, che e’ andato al tiro da lontano vedendo la palla finire in rete sul goffo tentativo di Kastrati di respingere. Per il centrocampista si e’ trattato della quinta rete nelle ultime cinque gare. Nella ripresa il Pescara torna in campo con ben altro piglio rispetto a quello che si era visto sino ad allora e questo atteggiamento e’ subito premiato con la “chicca” di Melegoni. Il centrocampista di scuola Atalanta ha lasciato partire un gran destro dalla distanza che ha mandato la palla ad infilarsi all’angolino. Raddoppio umbro con Gyomber (a Pescara nel 2016/17), che di testa sul traversone da calcio d’angolo (scaturito da un’ingenuita’ difensiva pescarese) ha insaccato colpendo con forza. Ancora il Perugia avrebbe potuto segnare la terza rete con Kouan, ma anche il Pescara avrebbe potuto pareggiare. Finisce 2-1, umbri a quota 20, restano a 23 i biancazzurri.

Di Redazione Notizie D'Abruzzo

Controllate anche

Pescara si gioca la qualificazione a Salò

Vincere domani sera a Salò (Stadio Turina ore 20.30) per non uscire dai play off …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.