Addio a Fabrizia Arduini, un faro si è spento nella notte

di R. Matteo D’angelo

Fabrizia Arduini, ambientalista, Presidente Wwf zona Frentana e Costa Teatina, referente nazionale per l’energia Wwf, ci ha lasciati oggi pomeriggio, a 64 anni. Una morte che ha rattristato molti cittadini.

Di Fabrizia ricordiamo l’impegno, la tenacia, la sua determinazione, la sua vitalità. Il Wwf ha espresso una profonda amarezza per aver perso una militante e una dirigente di primo piano, sensibile protagonista in battaglie ambientaliste. “L’ha portata via la malattia con la quale combatteva da molti mesi, lei è rimasta sempre col sorriso sulle labbra”, ricordano gli amici e colleghi del Wwf.
Fabrizia era stata in prima linea nel difendere la Costa Teatina, schierandosi contro le perforazioni di Ombrina Mare, gli impianti del Centro Oli, e del deposito Gpl previsto nel porto di Ortona .
“Fabrizia si è battuta: per avere una regione più green, rivolta al futuro e non al passato fossile”, ricorda Filomena Ricci, delegato regionale del Wwf. L’impegno a tutela dell’ambiente si esprimeva in modi diversi, anche artistici, dipingendo in uno stile personalissimo, onde, marine agitate, fiori, nature. L’arte era un modo per raccontare e mettere in evidenza un ambiente da proteggere. “La vita di Fabrizia Arduini è come un faro che si è spento di notte”, dicono commossi gli amici.
Da Notizie d’Abruzzo le più sentite condoglianze al consorte Alberto Sanvitale, alla figlia Ginevra, ai familiari, agli amici e a quanti hanno voluto bene a Fabrizia.
I funerali si terranno alle 15:30 di Giovedì 16 Luglio, nella Chiesa di Santa Maria delle Grazie, in piazza S. Francesco a Ortona.

 

Di Redazione Notizie D'Abruzzo

Controllate anche

Overland movie: il film documentario che sta facendo innamorare gli stranieri del territorio e delle arti Abruzzesi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *