Libri, ragazze teen-ager lettrici piu’ affezionate

Nel 2019 rimane stabile rispetto all’anno precedente il numero di lettori di libri: sono il 40,0 per cento delle persone di 6 anni e più. A partire dall’anno 2000, quando la quota di lettori era al 38,6 per cento, l’andamento e’ stato crescente fino a toccare il massimo nel 2010 con il 46,8 per cento per poi diminuire di nuovo fino a tornare, nel 2016, al livello del 2001 (40,6 per cento), stabile fino al 2019. Così l’Istat nella nota relativa alla produzione libraria nel 2019.

Secondo le rilevazioni dell’istituto di statistica la quota più alta di lettori continua a essere quella dei giovani: 54,1 per cento nel 2019 tra i 15 e i 17 anni, e 56,6 per cento tra gli 11 e i 14 anni. Tra uomini e donne continua a persistere un divario rilevante. Nel 2019 la percentuale delle lettrici è del 44,3 per cento e quella dei lettori è al 35,5 per cento. Il divario si manifesta dal 1988, anno in cui risultavano lettori il 39,3 per cento delle donne rispetto al 33,7 per cento degli uomini. Nel 2019 si osserva tuttavia una diminuzione significativa di 1,8 punti percentuali tra le donne. In assoluto, il pubblico più affezionato alla lettura è rappresentato dalle ragazze tra gli 11 e i 19 anni (oltre il 60 per cento ha letto almeno un libro nell’anno). La quota di lettrici scende sotto il 45 per cento dopo i 55 anni, mentre per i maschi è sempre inferiore al 50 per cento a partire dai 20 anni.

Di Redazione Notizie D'Abruzzo

Controllate anche

Viaggio tra Castelli e Tratturi. Nasce il primo itinerario abruzzese di Slow Food Travel

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *