Pescara. Via di Sotto, quando le multe creano sfiducia verso il buon senso e chi amministra. Il Comune valuti, le sanzioni sono irragionevoli

Riceviamo e pubblichiamo la segnalazione di un cittadino.

Spettabile Redazione,

sono un cittadino come tanti, risiedo a Pescara dalla nascita, pago regolarmente tasse e contributi, sono incensurato…. e rimuovo sempre le deiezioni del mio cane dal suolo pubblico.

Per i motivi sopra esposti mi aspetto, dall’amministrazione della mia città, un comportamento contrassegnato da vicinanza al cittadino, tutela del bene comune, contrasto al degrado ambientale e sociale.

Riscontro invece, al pari di migliaia di altri cittadini, ed al di là di considerazioni sulle quali in questa sede voglio sorvolare, di vivere in una città ove vige un evidente atteggiamento sanzionatorio che nulla ha da spartire con il rispetto di regole, sacrosante quando sono improntate al semplice buon senso, quindi pienamente giustificate.

Il 02 marzo u.s. ho transitato in auto, con mio figlio, in via Di Sotto, con un tragitto di andata e ritorno.

Mio figlio, intestatario del veicolo, si è visto recapitare in data odierna due sanzioni poiché l’auto procedeva alla velocità di 42,53 (!) km l’ora in andata e 40,91(!!) km l’ora al ritorno.

Nei centri abitati il limite di velocità comunemente adottato è di 50km orari. In via Di Sotto tale limite è di 30 km. l’ora.

E’ evidente che l’abbassamento del limite dai 50 ai 30 km l’ora ha una funzione opportunistica e speculativa che nulla ha a che vedere con la sicurezza stradale.

Il conseguente disappunto, usando evidentemente un eufemismo, è scatenato non tanto dall’ammenda in sé, ma dall’ingiustificato limite di velocità da cui deriva l’estrema facilità di commettere l’infrazione contestata.

E ciò che stupisce ancora di più è la constatazione che tale limite di velocità, che qualunque persona di buon senso giudicherebbe improponibile, sia stato, evidentemente, avallato a più livelli.

Sarebbe confortante se S.E. il Prefetto di Pescara, facesse sentire il suo peso in risposta alle migliaia di cittadini colpiti con una leggerezza tale da far pensare ad una volontà sanzionatoria da parte dell’Amministrazione Comunale.

Distinti saluti.

Pescara, 25/3/2021

Di Redazione Notizie D'Abruzzo

Controllate anche

Orsogna. La vita, le storie e i racconti dei cittadini. Presentato il progetto curato da Epineion editrice sviluppato con il  Comune di Orsogna in collaborazione con la Pro Loco Raffaele Paolucci

Ricordare e raccontare è fare la storia. Socializzare il racconto della propria esistenza, significa riconsegnare …

Un commento

  1. Concordo. Non dico altro per timore di querele da parte di certi signori.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *