A Pescara una sezione museale dedicata alle Genti di Mare e alle tradizioni marinare

“L’Assonautica di Pescara esulta e ringrazia il sindaco di Pescara per aver confermato e approvato la nostra proposta (già avanzata alle Amministrazioni precedenti da oltre 10 anni), per la realizzazione di un Museo dedicato alle “Genti di Mare” e alle tradizioni marinare della nostra città e regione, all’interno del Museo del Mare per il quale è stata approvata apposita delibera in Giunta comunale”. Lo afferma Il Presidente di Assonautica Pescara Dott. Francesco Di Filippo

“Confermiamo quanto da noi sempre sostenuto sull’importanza della civiltà marinara pescarese e abruzzese, soprattutto quella alieutica, legata cioè alla pesca, che vanta origini antiche e caratteristiche tali da conferirle dignità nazionale almeno quanto quelle attribuite solitamente all’Abruzzo, relative alla civiltà contadina. Non mancano, infatti, simboli importanti a testimonianza di questa antica tradizione come i Trabocchi e le Paranze.  Per quanto possiamo affannarci a voler ritrovare una radice antica ed importante a giustificazione del ritrovato amore per il mare che oggi il pescarese mostra, arriviamo sempre ineluttabilmente alla stessa conclusione: la passione c’è, quella non manca, cosi come il desiderio di riscoprire le proprie origini e, nel caso di Pescara, le origini di una città che già nel nome stesso evoca tutte le sue origini. Forse poche città possono riferirsi ad un nome così palesemente legato alla più antica attività dell’uomo sul mare come la pesca. Quello che manca, è proprio un luogo dove ogni passione possa alimentarsi, ogni domanda sulle proprie origini e la storia della città possa trovare risposta, ogni curiosità soddisfatta. Tra i Musei esistenti nella nostra città, manca un museo dedicato a quelle persone, a quelle tradizioni, ad uno dei nuclei intorno al quale la città di Pescara, o meglio “Piscaria” è cresciuta, si è sviluppata, trasformata. Appare innegabile, altresì, che molte trasformazioni urbanistiche, commerciali, culturali, enogastronomiche e di costume della città stessa traggono origine proprio da quel nucleo di “Gente di Mare”, dalla loro faticosa attività quotidiana, dalle loro abitudini, gerarchie sociali e modo di vivere. Mancava quindi un Museo dedicato alle “Genti di Mare”: una dimenticanza ed una lacuna importante nella nostra città che finalmente il Sindaco Carlo Masci e la sua Giunta si avvia a colmare.  Chiediamo la convocazione di un incontro per continuare il dialogo avviato e procedere alla sottoscrizione di un Protocollo d’Intesa tra l’Assonautica di Pescara e il Comune di Pescara che dia inizio formale alle attività di raccordo utili alla realizzazione del museo o sezione dedicata alle “Genti di Mare”. Auspichiamo la sottoscrizione del Protocollo e il coinvolgimento anche, della Fondazione del “Museo delle Genti d’Abruzzo”, del FLAG di Pescara ed di altri Enti e istituzioni regionali e cittadine. Il FLAG di Pescara, che ha il Comune tra i suoi partner principali, potrebbe, per sua natura e finalità costitutive ed istituzionali di promotore e sostenitore delle comunità locali della Pesca, essere il naturale soggetto attuatore per la realizzazione della sezione del museo dedicato alle Genti di Mare nel piano dedicato nel nuovo Museo del Mare”.

Di Redazione Notizie D'Abruzzo

Controllate anche

Torna “Lo Sport non va in vacanza” a Pescara

Torna “Lo Sport non va in vacanza” anche per l’estate 2022 Le iscrizioni da venerdì …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.