Diffonde video hard dell’ex compagno, donna 35enne ai domiciliari

Non accettava di esser lasciata dal suo amante che voleva lasciarla e cosi’ per mesi l’avrebbe perseguitato, arrivando anche a puntargli contro una pistola scacciacani alla tempia, a simulare una gravidanza e a diffondere un video che li riprendeva in atteggiamenti intimi. E cosi’ per una donna di 35 anni di Teramo sono scattati gli arresti domiciliari, su ordinanza cautelare emessa dal Gip di Teramo, per atti persecutori e diffusione illecita di immagini o video sessualmente espliciti. A notificarle il provvedimento sono stati i carabinieri della sezione opeativa della Compagnia di Teramo . Le indagini, avviate dai militari dopo la denuncia della vittima, hanno infatti permesso di appurare, secondo quanto ricostruito dai carabinieri, come la donna, da 2020, perseguitasse l’uomo tempestandolo di chiamate e messaggi telefonici, controllando i suoi spostamenti, simulando una presunta gravidanza frutto di pregressi rapporti intimi e recandosi presso l’abitazione dei suoi familiari per screditarlo ed offenderlo. Nel corso delle indagini, inoltre, i carabinieri avrebbero raccolto numerosi elementi a conferma anche delle gravi minacce subite dall’uomo che in un’occasione si sarebbe anche visto puntare una pistola alla tempia. La donna, poi, avrebbe anche divulgato illecitamente a terzi, trasmettendolo tramite Whatsapp, un video esplicito che la raffigurava con la vittima in atteggiamenti sessuali intimi, facendo configurare il reato denominato comunemente come “revenge porn”. Durante le operazioni di notifica del provvedimento cautelare alla donna i militari hanno trovato e sequestrato una pistola scacciacani priva del tappo rosso, che sarebbe stata utilizzata dall’arrestata per minacciare la vittima.

Di Redazione Notizie D'Abruzzo

Controllate anche

Coldiretti, in Abruzzo al via semplificazione procedure vendita diretta

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *