Feto salvato da una trasfusione intra uterina all’ospedale di Chieti

Una trasfusione di sangue intra uterina ha permesso ad una donna di salvare il feto e portare a termine la gravidanza per far venire alla luce tra 12 settimane il suo bambino. E’ accaduto nella Clinica di Ostretricia e Ginecologia dell’ospedale di Chieti, diretta da Marco Liberati, dove e’ stata eseguita una trasfusione di sangue intra uterina in un feto a rischio di anemia a 29 settimane di gestazione a causa di un problema immunitario della mamma. Si tratta di una procedura molto avanzata, eseguita solo in pochissimi centri di medicina prenatale, poiche’ implica un elevato rischio per il feto.

La procedura e’ stata portata a termine da un’équipe composta dallo stesso D’Antonio, dalla ginecologa Barbara Matarrelli, dall’ostetrica Cinzia Pizzica, presenti in sala operatoria anche l’ anestesista e il neonatologo pronti assistere il bambino in caso di sopraggiunta necessita’ di anticipare il parto qualora la procedura non fosse andata a buon fine. Non si sono verificate complicazioni e la mamma, in condizioni ottimali come pure il bambino, e’ stata dimessa, cosi’ potra’ portare a termine la gravidanza nei tempi previsti.

Di Redazione Notizie D'Abruzzo

Controllate anche

Abruzzo capitale del cicloturismo italiano per due giorni

Il mondo del cicloturismo italiano si ritrova in Abruzzo per una due giorni che di …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *