Lavoratori in nero scoperti nei campi nella piana del Fucino

Lavoravano in “nero”, senza dispositivi di protezione, o non erano in regola con il permesso di soggiorno. Sei le posizioni irregolari dal punto di vista lavorativo, una dal punto di vista dei documenti di soggiorno. Le verifiche hanno interessato aziende agricole e attivita’ commerciali operanti nel territorio marsicano e nella piana del Fucino.

Irregolarita’ riscontrate nell’ambito di un’operazione di controllo nel Fucino da parte della Squadra mobile della Questura dell’Aquila, in sinergia con l’Ispettorato del lavoro e con il supporto dei mediatori culturali.

Una di queste attivita’ e’ stata sospesa, in quanto gestita da persone non in regola rispetto agli adempimenti per l’ingresso e la permanenza sul territorio nazionale. L’azienda non ha inoltre elaborato il documento di valutazione dei rischi. Nel corso di un secondo accertamento condotto nei confronti di un’azienda agricola nella Marsica, sono state verificate le posizioni lavorative di due cittadini di origine marocchina non assunti e privi di permesso di soggiorno. In entrambi i casi i datori di lavoro sono stati denunciati per reati riscontrati all’articolo 22 Testo unico sull’immigrazione e 603 bis del codice penale e per una serie di violazioni in materia di sicurezza sul lavoro.

Di Redazione Notizie D'Abruzzo

Controllate anche

Eseguita l’autopsia sul corpo trovato nell’acquapark di Montesilvano, la morte dell’uomo non è di origine violenta

Il corpo in avanzato stato di decomposizione trovato lunedi’ scorso nell’Acquadisco Splash di Montesilvano appartiene …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *