Omicidio di Montesilvano, arrestato il presunto killer

Avrebbe ammesso le sue responsabilita’, Massimo Fantauzzi, il 46enne ricercato per l’ omicidio di Antonio Bevilacqua, 21enne di origine rom, ucciso con un colpo di fucile al volto, nella notte tra venerdi’ e sabato scorsi, all’interno di un pub di Montesilvano. L’uomo e’ stato catturato attorno alle 10. Era nella zona di campagna che si trova tra Montesilvano Colle e le colline di Pescara . Mentre erano in corso le ricerche, condotte sia a terra che con mezzi aerei, sarebbe stato lui – si e’ appreso – a consegnarsi ai Carabinieri, stremato dopo una settimana di latitanza. L’arma del delitto non e’ stata ancora trovata. Gli e’ stata cosi’ notificata l’ordinanza di custodia cautelare in carcere emessa dal gip del Tribunale di Pescara . 

A Fantauzzi i militari dell’Arma erano arrivati gia’ nelle ore successive all’omicidio grazie alle testimonianze e alle immagini delle videocamere di sorveglianza presenti nella zona del pub. Immediate sono scattate le ricerche, andate avanti fino ad oggi. Tra appelli e condanne dei familiari del 46enne, anche sul web era partito un tam tam degli amici della vittima finalizzato a trovare il killer. Indagini e ricerche sono state condotte dai Carabinieri del Nucleo investigativo del Reparto Operativo di Pescara e da quelli della Compagnia di Montesilvano. All’origine dell’omicidio ci sarebbe una lite scoppiata all’ interno del pub tra vittima e assassino. Secondo la ricostruzione, dopo il diverbio il killer si e’ allontanato dal locale per poi farvi ritorno con il fucile. Il 21enne e’ morto per un colpo di arma da fuoco al volto, esploso a distanza ravvicinata. I militari dell’Arma, nei giorni scorsi, hanno anche eseguito un provvedimento di sospensione dell’attivita’ del pub per due mesi, emesso dal questore di Pescara . 

E’ stata ritrovata nel primo pomeriggio di oggi la moto utilizzata per la fuga da Massimo Fantauzzi, il 46enne sospettato dell’omicidio di Antonio Bevilacqua, il 21 enne ucciso con un colpo di fucile al volto la settimana scorsa a Montesilvano mentre era all’interno del ristopub BirraMi. Si tratta di una Honda CBR 600 di colore rosso, che Fantauzzi aveva abbandonato nel fiume Pescara, nella zona del parco fluviale nei pressi del Centro commerciale Megalo’, in corrispondenza del ponte delle fascine. Il mezzo e’ stato recuperato dai carabinieri del Nucleo subacquei di Pescara, istituito due mesi fa.

I dettagli dell’operazione verranno forniti durante una conferenza stampa che si terra’ lunedi’, alle 11, al Comando provinciale dei Carabinieri di Pescara 

**********

I carabinieri del Nucleo Investigativo di Pescara e del comando di Montesilvano hanno arrestato Massimo Fantauzzi, il 46enne presunto autore dell’omicidio al pub a Montesilvano del 21 enne Antonio Bevilacqua. L’uomo e’ stato fermato in zona Montesilvano Colle, non molto distante dalla sua abitazione: era molto provato dopo la latitanza durata una settimana nella quale, secondo quanto si apprende, ha vagato per le campagne. L’omicidio e’ avvenuto nella notte di venerdi’ 15 e sabato 16 settembre: Fantauzzi dopo una lite con il giovane era tornato a casa, aveva preso un fucile, e dopo essersi recato di nuovo al pub aveva freddato il giovane con un colpo al viso

Di Redazione Notizie D'Abruzzo

Controllate anche

Sparatoria a Pescara, al setaccio gli smartphone sequestrati nell’indagine

E’ stato conferito l’incarico al consulente tecnico della Procura di Pescara nominato con l’obiettivo di …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.