Palpeggia una ragazza e la madre lo difende, arrestato a Pescara

Avrebbe molestato una ragazza in pieno giorno in centro a Pescara e sarebbe stato perfino giustificato dalla madre. Protagonista dell’episodio è un giovane di 31 anni, arrestato per violenza sessuale dalla Squadra Mobile in esecuzione di un’ordinanza di misura cautelare emessa dal gip del capoluogo adriatico, su richiesta della Procura. Il fatto è avvenuto lo scorso 13 agosto, nel piazzale della Stazione di Pescara. La ragazza, una 22enne, stava aspettando gli amici, quando il 31enne l’ha molestata insistentemente. Lui, di fronte alla reazione spaventata di lei, ha sminuito l’accaduto parlando di uno scherzo. Il 31enne è stato anche spalleggiato dalla madre, nel frattempo arrivata sul posto: la donna, dopo essersi resa conto che la ragazza li aveva fotografati, l’ha invitata a presentare denuncia, dicendole anche che avrebbe dovuto essere contenta di aver ricevuto le attenzioni di “un bell’uomo”. La ragazza ha quindi chiesto l’intervento della Polizia. Al termine delle indagini della Mobile, l’autorità giudiziaria ha ritenuto necessaria la misura cautelare degli arresti domiciliari per il trentunenne.

Di Redazione Notizie D'Abruzzo

Controllate anche

Alto Vastese, la Asl in cerca di ambulatori per assistenza primaria

Un sopralluogo finalizzato alla ricerca di ambulatori da dedicare all’assistenza primaria è stato effettuato da …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *