Sorpresi nel Chietino 5 pescatori di frodo pugliesi a caccia di ricci di mare

Oltre 500 esemplari di ricci di mare pescati illegalmente sono stati sequestrati e rimessi in mare, con 2 mila euro di sanzioni ai pescatori di frodo, di origine pugliese e diverse attrezzature subacquee sequestrate. L’operazione è stata compiuta dalla Capitaneria di Porto di Ortona nei confronti di 5 pescatori di frodo giunti dalla Puglia sulle coste abruzzesi per depredarle e pescare ricci di mare da rivendere in nero al mercato della ristorazione.

Dopo una lunga osservazione notturna sulla costa dei Trabocchi, i militari hanno sorpreso a Marina di Gualdo, nel comune di San Vito Chietino, i 5 pescatori di frodo e tra questi sono risultati 2 pluripregiudicati. A coadiuvare l’attività del personale della Guardia costiera frentana anche una pattuglia dei carabinieri.

Di Redazione Notizie D'Abruzzo

Controllate anche

Ordine degli architetti, torna l’inziativa degli studi aperti, a Pescara, Manoppello e Popoli

Torna Open! Gli architetti aprono i loro studi al pubblico, appuntamento nazionale che sul territorio …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *