Usura con tassi all’800 per cento ed estorsione, un arresto ad Avezzano

La Compagnia della Guardia di finanza di Avezzano ha arrestato un uomo residente ad Avezzano per usura ed estorsione nei confronti di un imprenditore locale. Inoltre, nell’ambito della medesima indagine, e’ stata eseguita una perquisizione locale presso lo studio di un noto legale operante nella marsica. L’ordinanza di custodia cautelare in carcere rappresenta l’esito di una complessa attivita’ di investigazione portata avanti dalle fiamme gialle avezzanesi anche attraverso l’utilizzo di indagini tecniche.

In particolare, l’attivita’ d’indagine trae origine da altra attivita’ di Polizia giudiziaria che ha portato in carcere, nel corso del mese di dicembre 2022, un familiare dell’attuale indagato per i medesimi reati. Come accertato dalle indagini in corso, un imprenditore locale era sottoposto al pagamento di interessi usurari, che hanno toccato punte fino al 800 per cento annuo e che hanno visto un capitale iniziale di euro 90.000 arrivare a somme esorbitanti. L’imprenditore, ormai esasperato dalle continue richieste di interessi illegali, ripetutamente calcolati sulle stesse somme costituenti interessi, sarebbe stato sottoposto a continue e martellanti pressioni psicologiche da parte dell’arrestato.

Di Redazione Notizie D'Abruzzo

Controllate anche

Guida in stato di ebbrezza, 6 patenti ritirate a Pescara

La polizia ha ritirato 6 patenti di guida a Pescara perché i conducenti sono risultati …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *