Incidenti sul lavoro, in Abruzzo 36 persone hanno perso la vita nel 2023

Sono 36, in Abruzzo, nel 2023, i morti in seguito a incidenti sul lavoro. Un trend inverso rispetto all’andamento degli infortuni sul lavoro scesi dai 15.686 del 2022 ai 12.112 del 2023. Lo rivela un rapporto del segretario Cgil Abruzzo Molise, Francesco Spina e del coordinatore regionale Inca Cgil Abruzzo Molise, Mirco D’Ignazio. Le vittime, in tutti i casi maschi (28 di nazionalità’ italiana ed 8 stranieri), sono state 13 nelle province di Teramo e Chieti, 8 in quella di Pescara e 2 all’Aquila. L’edilizia, con 7 morti, ha fatto registrare il maggior numero di casi, seguita dai settori dell’industria chimica, dell’agricoltura e del commercio in cui si sono contate 5 vittime ciascuno. 31 gli incidenti avvenuti durante lo svolgimento dell’attivita’ lavorativa, mentre 5 durante il percorso casa-lavoro. Dai dati Inail, poi, emerge che diversa e’ la situazione generale degli infortuni che diminuiscono del 23 per cento, facendo registrare un calo in tutte le province (442 in meno in provincia dell’Aquila, 1.300 a Teramo, 558 a Chieti e 1.235 a Pescara). Poco meno del 20 per cento di questi si registra nei servizi sanitari (in particolare negli ospedali e nelle case di cura e nell’assistenza), piu’ del 10 per cento nell’edilizia e circa l’8 per cento in agricoltura.

Di Redazione Notizie D'Abruzzo

Controllate anche

Pomilio Blumm conquista una gara da 80 milioni per gli eventi della Commissione europea

La Pomilio Blumm si è aggiudicata un maxi-bando da 80 milioni di euro per supportare …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *