Pescara Quando l’Alfa Romeo vinceva nella Coppa Acerbo: 1932-2022

fig 2 pubblicità del circuito 1932

Verso i 130 anni dalla nascita: Tazio Nuvolari un pilota da ricordare

di Alessandro Morelli*

Domenica 14 agosto 1932 Nuvolari vinse l’VIII Coppa Acerbo Circuito di Pescara (1) a bordo dell’Alfa Romeo tipo B-P3 (2) vettura n. 8, della Scuderia di Enzo Ferrari, dopo una memorabile corsa davanti al tedesco Rudy Caracciola.

La Coppa Acerbo si svolgeva nel periodo estivo quando le spiagge erano affollate da numerosi turisti. Enzo Ferrari fu il vincitore della prima competizione della Coppa Acerbo nel 1924.

La corsa si svolse sul percorso Pescara-Spoltore-Cappelle sul Tavo-Montesilvano marina-Pescara di km 25,500 da ripetere per 12 volte pari a 306 km.

Come riporta una brochure del tempo (3): “Il senso della corsa sarà quello delle lancette dell’orologio. Il tempo massimo scadrà 40 minuti dopo l’arrivo del primo” (…)

Al vincitore della classe oltre 1100 centimentri cubi verrà assegnata la Coppa Automobile Club Pescara ed una grande medaglia d’oro offerta dalla Commissione sportiva del RACI (Reale Automobile Club d’italia)”.

Il 15 agosto si disputò la Targa Abruzzo corsa di velocità per auto da turismo.

Gli anni Trenta videro l’ascesa di Alfa Romeo con Tazio Nuvolari.

Quest’anno ricorre il 130° anniversario della nascita di Tazio Nuvolari (1892-1953), un campione dell’automobilismo di Castel d’Ario in provincia di Mantova.

Nella sua carriera il “Mantovano volante” ha collezionato fra moto ed auto nel trentennio 1920-1950, 141 vittorie, 5 primati internazionali di velocità, un titolo di campione d’Europa e sette titoli di campione d’Italia.

La sua fama assunse un valore indimenticabile in quanto si aggiudicò gare che tutti ritenevano impossibili contro le potenti vetture tedesche Mercedes e Auto Union Type C.

Celebre la sua amicizia con Gabriele d’Annunzio che volle omaggiarlo con una piccola tartaruga d’oro portafortuna nel 1932.

Nel 1932 il Presidente dell’Automobile Club di Pescara era Luigi de Felici dei marchesi di Casalincontrada.

Tra le curve di Spoltore e Cappelle sul Tavo ed i rettilinei di Montesilvano e Pescara corse veloce il nome di un pilota che l’Abruzzo può degnamente ricordare con mostre, esposizioni, annulli filatelici.

#storiadeimotori#abruzzo#pescara#spoltore#montesilvano#cappellesultavo

#nuvolari

Note

  1. Comprendeva i rettilinei sulla costa e le curve delle colline circostanti che guardano al Gran Sasso ed alla Maiella

  2. Voleva ricordare i successi precedenti dell’Alfa Romeo nel 1925 con la vettura famosa P2 del progettista Vittorio Jano.

  3. Raci, sede di Pescara, Regolamento della VIII COPPA ACERBO Circuito di Pescara, 14 agosto 1932.

    *storico

Di Redazione Notizie D'Abruzzo

Controllate anche

L’essenza del nemico e il fine della guerra

di Alessandro D’Ascanio* I dilemmi etici, il senso di angoscia e le analisi impressionistiche di …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.