Al via un piano per reclutare 2.200 ricercatori

Parte il Piano straordinario da oltre 200 milioni per l’assunzione di 2.200 ricercatori previsto dalla legge di bilancio per il 2018. Il piano prevede 1.305 posti per ricercatori di tipo B (con contratto a tempo determinato per tre anni non rinnovabile) destinati alle universita’ e di altri 308 posti a tempo indeterminato per gli enti per la ricerca vigilati dal Ministero per l’Istruzione, l’Universita’ e la Ricerca. I relativi decreti attuativi sono stati firmati oggi dal ministro Valeria Fedeli. Sempre oggi e’ stato pubblicato il bando del Programma Operativo Nazionale (Pon), per altri 600 posti di ricercatore di tipo A (con contratto a tempo determinato di tre anni, rinnovabile per altri due) per gli atenei meridionali.

Il decreto prevede lo stanziamento di 12 milioni per il 2018 e di altri 76,5 per il 2019 per il reclutamento di ricercatori di tipo B e per il loro consolidamento alla fine del contratto triennale, una volta ottenuta l’abilitazione scientifica nazionale nella posizione di professore di seconda fascia, per un totale di 1.305 posti. Il decreto per gli enti prevede invece 2 milioni per il 2018 e 13,5 dal 2019. Si potranno assumere ricercatori e tecnologi a tempo indeterminato. Il bando Pon infine, mette a disposizione 110 milioni per interventi tesi a mobilita’ e attrazione di giovani ricercatori in Abruzzo, Basilicata, Calabria, Campania, Molise, Puglia, Sardegna e Sicilia. 

Di Redazione Notizie D'Abruzzo

Controllate anche

Monitoraggio Gimbe, l’incidenza dei casi Covid-19 aumenta in 4 Province

Sono solamente quattro le province dove l’incidenza (tasso di positivita’ al Covid) aumenta: Bologna (+3,2%), …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.