Estate, i genitori italiano spendono in media 405 euro per intrattenere i figli

La scuola è finita e per intrattenere un bambino durante i mesi estivi i genitori italiani spenderanno in media 405 euro, contro i 497 euro dei genitori spagnoli e i 448 euro dei britannici. Lo rileva Groupon che in un sondaggio ha indagato come affrontano i mesi estivi le mamme, tra attività interessanti da trovare per i figli, lavoro, e le inevitabili spese aggiuntive da sostenere. Le mamme italiane affrontano una media di 10 settimane di vacanza dei propri figli, seguite dalla Spagna con 9 settimane e dalla Francia con 8 settimane. Più breve il periodo di vacanza per le mamme tedesche e le mamme inglesi, con rispettivamente ”solo” 6 settimane da gestire. La ricerca riporta che in media i genitori spendono 244 euro in attività di intrattenimento, a cui si aggiunge un costo di 161 euro per le spese ”domestiche”, come il cibo e la corrente elettrica per l’utilizzo massivo di tv e pc, per una spesa totale di 405 euro. L’ora X in cui le mamme devono dare il meglio di sé per trovare qualcosa da fare ai bambini è dopo pranzo. Il 45% dei bambini italiani nel pomeriggio, indicativamente dalle 14 alle 18, si annoia e non sa cosa fare, contro il 25% che invece si annoia di mattina dalle 8 alle 12. La situazione purtroppo non cambia nel weekend, dove i figli spostano solo di mezz’ora (14,53) l’ora in cui iniziano a sentirsi annoiati. C’è poi un 2% di bambini che si sente annoiato già alle 6 di mattina.

Oltre ad essere sempre creative e ad intrattenere i bambini con attività sempre nuove, la maggior parte delle mamme italiane deve comunque lavorare nei mesi estivi. Quasi il 50% trova assolutamente stressante trovare il giusto equilibrio tra il lavoro e la gestione dei figli in vacanza, a queste si aggiunge il 57% che trova siano molto costosi i centri estivi o le strutture che d’estate si prendono cura dei bambini. Il 51% dei genitori afferma che la miglior soluzione sia avere la possibilità di fare affidamento sui nonni o parenti ed il 57% sostiene che, visto che il costo delle scuole estive è molto alto, risparmia per poter intrattenere il figlio con attività alternative da fare in estate. La classifica delle attività che i genitori propongono più spesso ai figli è guidata dai giochi all’aperto (con il 45% dei voti), seguita dai tentativi di fargli leggere un libro (33%) e da fare un giro in bicicletta (29%). Ci sono poi quelli (16%) che cercano di unire l’utile al dilettevole proponendo ai figli di pulire casa per passare il tempo. Aiutare nelle pulizie domestiche non è però l’attività preferita dai bambini: il 26% infatti odia quando i genitori chiedono di aiutare a sistemare casa.

I più piccoli si divertono da sempre a giocare a fare gli adulti. Il 40% dei bambini d’oggi sogna di essere uno chef stellato e si mette in cucina con la mamma per aiutarla a cucinare. Al secondo posto con il 36% dei voti ci sono invece i piccoli ingegneri informatici, che ogni volta che vedono mamma o papà davanti al computer, vogliono giocare con il mouse e con la tastiera. Al terzo posto c’è un’inaspettata percentuale di bambini (22%) che sente di avere il pollice verde e vuole assolutamente aiutare la mamma mentre si dedica al giardinaggio. E se le mamme dovessero scegliere un regalo per l’estate, su cosa si orienterebbero? Il 14% non ha dubbi: un po’ di tempo per sé stessa. Subito dopo il 13% che vorrebbe qualche giorno in più di vacanza. Ed infine, il 12% delle utenti ha proprio un cuore di mamma e risponde che vorrebbe più tempo da passare con i propri figli, nonostante sia difficile intrattenerli.

Di Redazione Notizie D'Abruzzo

Controllate anche

Investimenti, gli italiani puntano sulla casa

Dato l’attuale contesto economico, gli italiani privilegiano impiegare il proprio risparmio nell’investimento immobiliare (il 23% …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *