Fisco, contenzioso tributario in diminuzione nel 2022

Il Ministero dell’economia e delle finanze comunica che nel 2022 è stata registrata una riduzione complessiva delle liti tributarie pendenti dell’1,3% e una significativa contrazione delle controversie in attesa del giudizio in appello, -11,3%, rispetto all’anno precedente. É il quadro che emerge dalla Relazione sull’andamento del contenzioso tributario e sulle attività delle Commissioni tributarie relativa al 2022 pubblicata dal Dipartimento delle finanze – Direzione della Giustizia tributaria.

La Relazione evidenzia inoltre che nel 2022 la durata media dei giudizi di primo grado è stata pari a 1 anno e 7 mesi, il valore più basso nel periodo 2018 – 2022. Per il secondo grado è invece diminuita la durata media (2 anni e 8 mesi), in controtendenza rispetto al dato del biennio 2020-2021.

Riguardo alle controversie complessivamente pervenute alle Corti di giustizia tributaria (187.023) si registra, in particolare, un forte aumento dei ricorsi nel primo grado di giudizio (+88,2%) e un lieve calo (-4,4%) dei nuovi appelli. L’ elevato numero dei ricorsi presentati in primo grado è strettamente connesso alla ripresa delle attività di riscossione e di controllo dei tributi da parte degli enti preposti a seguito della fine del periodo legato all’emergenza Covid.

Il valore complessivo delle controversie definite nel 2022 è di circa 23,6 miliardi di euro per un ammontare medio della singola controversia pari a circa 124 mila euro.

Di Redazione Notizie D'Abruzzo

Controllate anche

Intelligenza artificiale, il 67% pensa che i benefici supereranno le criticità

Il 67% degli italiani pensa che i benefici dell’AI in ufficio supereranno le criticità. Allo …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *