Gli italiani a marzo hanno ridotto i consumi

Gli aumenti di prezzi e bollette pesano sul portafoglio degli italiani che a marzo hanno ridotto i consumi: lo rileva l’Istat, segnando un calo congiunturale per le vendite al dettaglio dello 0,5% in valore e dello 0,6% in volume. In particolare, sono in diminuzione le vendite dei beni non alimentari (-0,8% in valore e -0,7% in volume) mentre quelle dei beni alimentari sono stazionarie in valore e diminuiscono in volume (-0,6%).

Su base tendenziale a marzo 2022, le vendite al dettaglio aumentano del 5,6% in valore e del 2,5% in volume. Ma mentre sono in crescita le vendite dei beni non alimentari (+11,6% in valore e +10,4% in volume) mentre quelle dei beni alimentari registrano una diminuzione in valore (-0,5%) e, in modo più marcato, in volume (-6,0%).

Di Redazione Notizie D'Abruzzo

Controllate anche

In Italia il 42 per cento dei bambini tra i cinque e i nove anni e’ obeso o in sovrappeso

 In Italia il 42 per cento dei bambini tra i cinque e i nove anni …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.